Cerca nel quotidiano:


Al Goldoni “Vento tra le dita” contro la violenza sulle donne

Lo spettacolo, ispirato all'omonimo romanzo di Vanessa Turinelli, andrà in scena sabato 10 novembre alle 21. Sul palco attori e ballerini

martedì 30 ottobre 2018 17:25

di Gabriele Fiore

Mediagallery

In occasione del mese contro la violenza sulle donne andrà in scena al Teatro Goldoni “Vento tra le dita”. Lo spettacolo è in programma sabato 10 novembre alle 21 e il ricavato verrà devoluto alla Rete antiviolenza città di Livorno, un’associazione che da anni promuove il cambiamento culturale necessario per contrastare la violenza di genere, un fenomeno purtroppo ancora oggi diffuso. Lo spettacolo è ispirato all’omonimo romanzo di Vanessa Turinelli.
“Il progetto nasce dalla collaborazione con Rotary club Livorno – spiega Turinelli – Mi colpì molto l’episodio in piazza Attias. Mi scosse a tal punto che decisi di fare qualcosa in più per la lotta di genere e ho voluto metterci qualcosa di mio. Così ho deciso di donare questa storia”.
Il libro coniuga amore e violenza in un’intricata relazione sentimentale che determinerà per Viola, la protagonista, un susseguirsi di vicende difficili. Una storia in cui l’amore si tinge di sfumature cupe per poi guarire trovando forza nella propria essenza.
“La nostra è una scommessa – aggiunge Fabio Matteucci, presidente del Rotary club Livorno – abbiamo voluto fare un salto di qualità esibendoci al Goldoni. Per noi questa rappresenta un’impresa ostica ma grazie alla regia affidata a Paola Martelli confidiamo che lo spettacolo non passerà inosservato. Stiamo coinvolgendo tanti giovani. E’ importante capiscano l’importanza del progetto. A tal proposito è stato fondamentale il supporto di mia moglie, Laura Ciolli, che è andata nelle scuole della città portando un messaggio di sensibilizzazione per gli studenti”.
Il “Vento tra le dita” unisce la danza al teatro e al canto. Attori e ballerini delle scuole di danza cittadine hanno lavorato duramente insieme guidati dalle migliori coreografe e professioniste della nostra città al fine di creare qualcosa di unico e socialmente utile.

Gli attori-cantanti: Carolina Longone, Marco mazzi, Filippo Sassano e Greta Candura.
Le scuole di danza e le coreografe: scuola di danza dea con Eva Kosa, Eimos centro formazione danza con Ilaria Magonzi e stefano Valdiserri, Kokoro performance studio con Eleonora Gianni e Valeria Landi, laboratorio danza e movimento con Mitzi e Cecilia Testi e St danza centro formazione con Simona Tocchini.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive