Cerca nel quotidiano:


Teatro, trasferta pugliese per Mayor Von Frinzius

La Compagnia partecipa al festival “Il Giullare” a Trani

Sabato 16 Luglio 2016 — 18:01

Mediagallery

Dopo il debutto a maggio del nuovo spettacolo “Resistenti- Vola pirata,  arriva un’altra sfida per la Compagnia teatrale Mayor Von Frinzius: la partecipazione al festival nazionale “Il Giullare ”, evento ideato dalla Associazione Promozione sociale e solidarietà di Trani,

nato per promuovere e divulgare il patrimonio della cultura teatrale delle compagnie operanti con soggetti diversamente abili.

Questo festival nasce nel 2000, ispirandosi al “Mistero Buffo” di Dario Fo, in cui si parla della genesi di questo folle personaggio, povero e matto che porta con sé quasi una missione divina che è quella proprio della parola, della denuncia, del rimprovero, della comunicazione. Dunque è una bella sfida quella del giullare, che una volta bollato come “diverso” dalla società, deve poi dimostrarle che essere diverso non significa essere inferiore, bensì differente nelle proprie abilità; ed è il teatro il luogo privilegiato dove il racconto assume una sua forma e voce, fino a comunicare ed esprimersi nel più consono dei modi.

Ed ecco l’idea di un teatro contro ogni barriera in cui sul palco, nell’incantevole gioco delle parti che annulla le differenze per esaltare le maschere degli attori, ci fossero attori con “diversa abilità” e attori “normodotati”.  La Compagnia di Giannini, formata da attori disabili e non, è attualmente una delle sette compagnie finaliste provenienti da varie parti d’Italia  selezionate dalla giuria del festival  che si svolgerà dal 18 al 23 luglio nel Centro Jobel della città di Trani. Non è la prima volta che la compagnia livornese riceve dei riconoscimenti fuori dal proprio territorio; già nel 2011, infatti, si era aggiudicata il premio del festival teatrale “Tutti pazzi per il teatro”  a Benevento con lo spettacolo  “FR-AGILE” ,con giudizio unanime della giuria e queste motivazioni: “Hanno vinto per la loro capacità: di trattare temi delicati con leggerezza e autoironia; di far scoprire un’altra bellezza del corpo diversa da quella stereotipata; d’inventare un linguaggio scenico in cui essere diversi è un’occasione, una qualità da scoprire; di fare teatro con il corpo e con lo sguardo oltre che con la recitazione come solo alcuni “grandi” gruppi teatrali hanno saputo fare. E come quelli del Living che hanno rivoluzionato un modo di fare teatro, anche la compagnia di Livorno è riuscita a vincere con la sua “rivoluzione”. Lo scorso anno con lo spettacolo “Ossessione” la Compagnia si era aggiudicata il premio come “Miglior Spettacolo” al concorso nazionale “Beppe Occhetto” di Alba.  Prima di partire per Trani, la Compagnia Mayor Von Frinzius ha un ultimo appuntamento “livornese”: lo spettacolo “Resistenti-Vola Pirata” andrà in scena lunedi 18 luglio presso la festa dell’Unità alla Rotonda alle ore 21.00. Lo spettacolo è coprodotto dalla associazione Haccompagnami e dal Teatro Goldoni.

 

Riproduzione riservata ©