Cerca nel quotidiano:


Una tavola rotonda sul dissesto idrogeologico

Domenica 22 Ottobre 2017 — 12:24

Mediagallery

Alla luce di quanto avvenuto lo scorso mese in occasione dell’evento atmosferico che tanti gravi danni ha provocato a Livorno, Collesalvetti e Rosignano Marittimo, il Caffè della Scienza di Livorno attraverso il vice presidente Claudio Pucciani e l’Istituto di Geoscienze e Georisorse del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Pisa, hanno organizzato una tavola rotonda aperta al pubblico per il 24 ottobre  dalle 14 all’interno della sala consiliare della Provincia di Livorno.
Il titolo dell’incontro sarà “Territori in sicurezza idrogeologica. Tra cause, effetti soluzioni: dal dire al fare”. L’incontro si svolgerà presso la sala consiliare della sede della provincia di Livorno.

La tavola rotonda prevede la partecipazione dei migliori scienziati italiani sul tema della sicurezza idrogeologica. In particolare dopo la presentazione dell’iniziativa da parte del Presidente del Caffè della Scienza di Livorno, Paolo Nannipieri, seguirà l’introduzione alla tematica da parte di Antonio Caprai (IGG-CNR) che coordinerà gli interventi scientifici. Saranno presenti il direttore dell’IGG-CNR, Antonello Provenzale che parlerà dei cambiamenti climatici; Fausto Guzzetti (Istituto di Ricerca per la Protezione Idrogeologica del CNR di Perugia) che parlerà sul dissesto idrogeologico; Fabio Castelli docente del Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale dell’Università di Firenze che parlerà delle alluvioni; Fabio Giusti, geologo, che parlerà della situazione idrogeologica livornese, Fausto Ferruzza (Responsabile Nazionale Legambiente).

Seguirà la tavola rotonda coordinata dal giornalista Fabrizio Brancoli. Alla tavola rotonda parteciperanno l’assessore  Giuseppe Vece (Comune di Livorno), l’assessore Riccardo Demi (Comune di Collesalvetti), l’assessore Margherita Pia (Comune di Rosignano Marittimo), Giancarlo Vallesi (presidente consorzio 5 Toscana Costa), Lorenzo Catania (meteorologo).
E’ un appuntamento che segue drammatici avvenimenti ma che può dare spunti preziosi e allargare le collaborazioni istituzionali affinché il rischio idrogeologico possa essere affrontato determinandone una riduzione significativa. La presenza di persone di alto livello scientifico garantisce un approccio alle problematiche con nuove prospettive di riduzione di alcune di esse.

 

Riproduzione riservata ©