Cerca nel quotidiano:


Vertigo, al via la stagione.
Tanti i giovani attori

Mercoledì 12 Ottobre 2016 — 15:09

Mediagallery

Parte la stagione teatrale al Vertigo, il bellissimo spazio nel cuore della Venezia, dove ha sede una delle più prestigiose scuole di recitazione della città. Anche quest’anno il direttore artistico, nonché apprezzato attore e regista Marco Conte presenta numerosi appuntamenti, che vanno dalla prosa alla commedia musicale, dai classici al vernacolo, dalla commedia all’italiana agli spettacoli per bambini e famiglie ai film di produzioni toscane.
“Ci tengo a dire – le parole di Conte – che il nostro teatro si raggiunge benissimo perché le limitazioni delle telecamere non influiscono minimamente sull’accesso a via del Pallone 2. Il nostro programma è molto vasto perché come nostra tradizione cerchiamo di accontentare il maggior numero di persone possibile, dai giovani ai meno giovani, perché l’offerta livornese è molto interessante e quindi cerchiamo di avvicinare il pubblico offrendogli il massimo della varietà.  La nostra stagione come sempre ospita spettacoli di nostra produzione con cast interamente formati dai nostri validissimi attori, ma diamo spazio anche a altre compagnie toscane e non, che propongono spettacoli di interesse artistico e di contenuti. I titoli sono veramente tanti e quindi non potrei menzionarli tutti, il consiglio che posso dare ai cittadini è di venirci a trovare per prendere i nostri programmi. Posso annunciare – prosegue l’attore – che a novembre per festeggiare i miei sessant’anni i miei attori mi faranno l’onore di mettere in scena una mia commedia scritta nel 2002 dal titolo “ “Non chiamatemi zio” con la regia di Edoardo Ripoli, una storia divertente con spunti di riflessione sull’amore a 360°”.

A dicembre il vernacolo di tradizione “ Ceci, amore e…baccalà” di Sergio Ghiozzi e Marco Razzaguta. Un testo divertentissimo propostomi da Massimiliano Bardocci: la grande “vecchia” del teatro vernacolare di tradizione e che proporremo a Santo Stefano, il 31 dicembre (ritorna il fine d’anno a Vertigo) e verso l’epifania. Tra gennaio e febbraio due testi fantastici di giovanissimi autori, che Vertigo tiene sempre nella massima considerazione: “dark side of the moon” regia di Rebecca Luparini è un testo teatrale scritto da Alessandro Lessi. Uno spettacolo che prevede la presenza di una band che suona sul palco e che, alcune volte, interagisce con gli attori. Alessandro Lessi è anche il bassista e il cantante del gruppo e “Parassiti” di Gianluca Arena che nella scorsa Stagione sbalordì il pubblico con il suo “Cenere” vincitore del premio drammaturgia di Roma Teatri instabili. A Marzo un grande testo di Stafano Massini dal titolo “ 7 Minuti” con la mia regia e con 11 fantastiche attrici in scena.
Ma si comincia sabato 15 alle 21,30 e domenica 16 alle 17,30 con un trio di attori bravissimi: Claudio Ferretti, Davide Cervato, Cristina Calisi artisti della scuola di musical di Parma e con un testo originale “ Notti d’estate” .. Un testo tra comicità e sentimento, chiarezza e fraintendimento, parole e musica : una storia che pone l´accento sulla centralità che emozioni, valori che devono ancora avere posto nel nostro mondo. In un afoso week-end estivo Andrea e Antonio, due giovani amici, in vacanza dagli studi, si preparano a trascorrere una serata in allegria… due chiacchiere nel giardino di Andrea, una bibita fresca, qualche battutina, il programma di due salti in discoteca.
Ma non hanno fatto i conti con un evento eccezionale, uno di quegli eventi che non sono mai capitati prima e sicuramente non capiteranno più: un´astronave precipita fuori casa e, ciliegina sulla torta, un´extraterrestre entra nel giardino. Per info www.teatrovertigo.it e prenotazioni 0586.210120

Riproduzione riservata ©

1 commento

 
  1. # Livornese

    Ottimo teatro, ottima programmazione un fiore all’occhiello della nostra città complimenti al direttore artistico