Cerca nel quotidiano:


Via a nuove docce gratis. Ecco dove

L'assessore Vece ha fatto sapere che il Comune, in collaborazione con Asa, ha in mente di mettere delle docce pubbliche alla spiaggia del Marinaio, al Sale, a San Jacopo e alla Vela

Giovedì 16 Marzo 2017 — 07:10

Mediagallery

Con l’avvicinarsi della stagione estiva è utile pensare anche a una migliore fruibilità dell’accesso al mare, in particolare di quello ad accesso libero. Da qui prende spunto l’interpellanza dei consiglieri del Movimento 5 Stelle Giovanni Fuoti, Nicola Meschinelli ed Edoardo Marchetti discussa mercoledì 15 marzo durante la seduta della sesta commissione consiliare (Vivibilità urbana). Nell’atto, i tre esponenti della maggioranza hanno chiesto la possibilità di programmare interventi più frequenti di pulizia delle spiagge, in modo così da poter ridare maggior decoro alla costa, l’intervento con mezzi meccanici nelle spiagge libere cittadine, la possibilità di installare docce non a pagamento e infine la messa in sicurezza di quelle aree eseguendo la manutenzione delle discese.
“La nostra richiesta vale soprattutto per le spiagge libere che sono situate sulla parte di costa cittadina – ha spiegato Giovanni Fuoti – quindi per quelle che vanno dalla Bellana ad Antignano”. Alle istanze dei consiglieri l’assessore all’ambiente Giuseppe Vece ha risposto che per quanto riguarda la pulizia delle spiagge sono stati avviati in questi giorni con Aamps dei contatti per decidere la frequenza della ripulitura ordinaria del litorale, che probabilmente partirà già la prossima settimana. Quella straordinaria – ovvero eseguita con mezzi meccanici usati per togliere le alghe – sarà fatta ad aprile. L’anno scorso per problemi tecnici fu effettuata a giugno, ma quest’anno, stando a quanto riferito a Palazzo Civico la situazione non dovrebbe ripetersi. Per le docce Vece ha fatto sapere che il Comune, in collaborazione con Asa, ha in mente di mettere delle docce pubbliche alla spiaggia del Marinaio, al Sale, a San Jacopo e alla Vela. Annualmente infine vengono eseguiti lavori di messa in sicurezza delle discese, che saranno ripetuti anche in vista dell’estate 2017. “Chiederei – chiosa Fuoti – che fossero aggiunte ai luoghi dove installare le docce anche la spiaggia del Felciaio, lo scoglio della Ballerina e la spiaggetta della Rotonda, quella situata tra il Gabbiano e la giostra, i cui frequentatori sono anni che la chiedono e hanno organizzato anche una raccolta firme. Qualora non bastassero i soldi per attuare questi interventi chiederò alla giunta di fare una variazione di bilancio ad hoc”.

Riproduzione riservata ©

26 commenti

 
  1. # Polpetta

    Una bella cosa specie per chi va’ al mare nella pausa pranzo. Speriamo che I soliti incivili non le spaccano o magari qualcuno ne approffitti per lavare I cani

    1. # Giuggiola

      ma vai a lavorare a milano nella nebbia

      1. # Aldo

        Ma se vai a Milano a lavorare non hai bisogno della doccia e del sapone dei poveri per lavarti…

    2. # luca

      doccia a gettone, perchè tutti pretendono e a pagare sono sempre i soliti

  2. # frangiac

    soldi levati ai cittadini , magari a qualcuno servivano veramente per cose molto più importanti , e poi leggere come vengono spesi , è veramente una indecenza

  3. # Pittaro

    Secondo me è giustissimo dislocare servizi ma non è giusto che sia completamente gratuito.
    Per educare la gente al corretto e moderato uso, nonché per autofinanziare il servizio medesimo, la soluzione giusta ed ottimale è quella di metterla a gettone, con durata 1 minuto e moneta da 20 centesimi.
    Sembra una bazzecola, ma cambia completamente il comportamento delle persone e la sostenibilità del servizio.

  4. # paolo

    Si,fate tante belle cose,ma quando vi decidete a rifare il marciapiede di via dei pensieri?Fra poco diventerà di nuovo un sentiero pieno di erbacce e buche!

    1. # Ludo

      Vero, tra il numero 55 ed il numero 63 poi oltre ad erbacce piene di escrementi canini c’è anche delle buche che ci si casca dentro

    2. # Giovanni

      I lavori sono stati appaltati. Entro l’anno il marciapiede sarà ristrutturato.

  5. # lusi

    Mi dispiace che molti lettori pur di dar contro all’amministrazione 5 Stelle non riconoscano l’utilità di questa richiesta. Non tutti i cittadini possono permettersi di andare sui Bagni a pagare fior di euro a stagione. Per chi vuol farsi un bagni rinfrescante l’utilità della doccia è indiscutibile. All’estero sono numerosissime come pure le spiagge libere da concessioni.La speranza è quella che non vengano devastate anche solo per protesta contro l’amministrazione, ma non mi meraviglierei se accadesse.

  6. # Polpetta

    Caro Giuggiola non mi sembra di aver offeso nessuno …….

  7. # 5starsSemprepiudeludenti

    Soldi spesi così tanto per fare….bravi

  8. # gianni

    Docce in cambio di voti…..siamo in piena campagna elettorale….!!!!…..La priorità era ed è la sicurezza stradale con il presidio dei Vigili Urbani, il resto e’ solo fumo negli occhi.

  9. # fabio1

    ” via a nuove docce gratis”? ma se ne hanno appena parlato… La parola “progetto” è già stata usata troppe volte…?
    Bene per la pulizia delle spiagge.
    Non hanno parlato di fare manutenzione alle discese a mare, soprattutto dopo il Boccale? oppure non serve perchè tanto c’è in “progetto” la pista ciclabile….

    1. # fabio1

      mi rispondo da solo: per le discese ne hanno parlato. Speriamo che siano comprese anche quelle dopo il Boccale.

  10. # Perplesso sempre di più !!

    Nessuno della Giunta ha mai sentito parlare di BAGNI PUBBLICI ??? (intesi come wc)

  11. # Marcu

    Svegliatevi Nuove docce gratis?….si…ma pagate con i parcheggi dei nuovi stalli blu, dal cantiere alla Rotonda…..ahahhahha…ti danno l’accontentino…ora voglio vedere quanto ci faranno pagare….per stare tre ore al mare, dove fino a ieri nn pagavi niente, domani ti costerà un occhio della testa

    1. # ric.

      Concordo, è vergognoso, panem et circenses, le docce gratis sono un servizio sicuramente utile ma di gratis non hanno niente, tanto per cominciare ai parcheggi sul viale Italia a pagamento a lisca di pesce!!…Alle lettere per i residenti pure a pagamento…
      Non ci prendete in giro!!! Avete preso i nostri voti e la politica non cambia, servizi niente ed imposizioni fiscali continue anche se indirette.

    2. # Valerio

      Le “tasse” servono ad eseguire opere per fornire servizi ai cittadini. Forse sei abituato a quando erano atte a riempire le tasche dei politici. Se vai con l’auto al mare vuol dire che hai i soldi per la benzina, paghi il parcheggio e col ricavato ci paghi la doccia a chi non ha l’auto, va a piedi o in bici (non inquina) e vuole fare il bagno e non può andare ai pancaldi. Città pedonale, città pulita, città vivibile= turismo . Questa è la formula vincente utilizzata nelle città europee evolute. Per riuscire devi mettere in condizione l’utente medio a desistere nell’utilizzo dei mezzi inquinanti, fare le multe non è sufficiente.

      1. # ross

        Siete fantastici voi grillini,la decrescita infelice ha certo effetti collaterali indesiderati,ho letto diverse volte per capire:”Se vai con l’auto al mare vuol dire che hai i soldi per la benzina, paghi il parcheggio e col ricavato ci paghi la doccia a chi non ha l’auto,”Cioè…..chi non ha l’auto ha la doccia pagata da chi ha l’auto,perchè quest’ultimo è certamente ricco potendo comprare la benzina…………e volete andare al governo?

  12. # Nerd

    Ma sinceramente io ignoravo il fatto che non ci fossero più. Quando negli anni 70 bazzica ancora le spiagge libere ricordo che erano ovunque, dai 3 ponti all’aia che ai tempi andava alla grande.

  13. # Mary

    I bagni pubblici erano una priorità sul lungomare! Magari anche con una moneta come si vede in altre città! Non ce n’è uno da piazza Mazzini a Calafuria!

  14. # ema

    Come al solito la scaltrezza è una qualità di pochi,che lentamente sta andando a sparire,visto che,vuoi il progresso,vuoi il procedere frenetico della vita,c’è meno tempo per pensare e meno alleniamo la mente,meno rendiamo in scaltrezza…detto questo,riguardo le docce,basta portarsi una bottiglia vuota di plastica,riempirla ad una delle 1000 fontane sul lungomare,lasciarla al sole ed uno si fa la sua bella doccia,pure tiepida

  15. # Max

    Docce al muro dell’accademia no? Eppure è un luogo frequentatissimo .Di gabinetti pubblici sui viali a mare non se ne parla piu’?Mi sa che qui la giunta abbia davvero toppato .

  16. # Massi

    In generale come idea mi piace. Ma ho la vaga, leggera, evanescente sensazione che durino 10 minuti a Livorno.

  17. # ombra

    ma io andavo con mio nonno al mare in bici, e la doccia la facevo a casa. tutte cose per cercare i voti dei soliti coglioni che abboccano. quando i beni installati saranno distrutti sarebbe opportuno che gli zelanti consiglieri venissero condannati per danno erariale