Cerca nel quotidiano:


Via l’amianto dell’ex deposito Atl

L’intervento è inserito in un appalto unico dal valore di 80mila euro che comprende anche i lavori di bonifica a Villa Fabbricotti. Lavori che cominceranno nelle prossime settimane

Mercoledì 2 Gennaio 2019 — 15:24

Mediagallery

Si sono conclusi la mattina del 2 gennaio i lavori di rimozione della copertura in amianto dei capannoni dell’ex deposito dei bus di via Meyer (nelle foto in pagina). Un intervento pianificato da tempo ed eseguito nel giro di 10 giorni lavorativi da una ditta specializzata che ha provveduto alla rimozione di circa 1800 metri quadrati di lastre ondulate. Il piano di lavoro presentato dall’impresa è stato approvato dall’Asl il 17 novembre scorso e ha previsto l’incapsulamento preliminare delle lastre, per scongiurare la dispersione delle fibre di amianto, oltre a un monitoraggio costante dell’aria prima, durante e dopo l’intervento di rimozione.
“Bonificare gli immobili comunali, rimuovendo le strutture in amianto a cominciare dalle coperture dei tetti – sottolinea il sindaco Filippo Nogarin – è un’attività prioritaria per questa amministrazione. Un lavoro di messa in sicurezza indispensabile in una città in cui si registrano raffiche di vento eccezionali come quella che, qualche settimana fa, ha divelto una lamiera dalle stalle dell’ex ippodromo. Da questo momento i cittadini di via Meyer hanno una preoccupazione in meno”.
L’intervento è inserito in un appalto unico dal valore di 80mila euro che comprende anche i lavori di bonifica a Villa Fabbricotti. Lavori che cominceranno nelle prossime settimane.

Riproduzione riservata ©

11 commenti

 
  1. # DE RAFFAELE- Vincenzo

    Ma per il capannone cosa è previsto? Penso la demolizione e realizzazione di parcheggio. Speriamo

    1. # Andrea Rossi

      Lottizzazione

  2. # alfio galvagno

    io ho lavorato al deposito dall 1982 al 2015 ci avevano detto che non era pericolso… io non ho parole…

    1. # Andrea Rossi

      Compra il posto allora

  3. # Ioannis

    Sig. Sindaco la vecchia giunta Comunale aveva asserito che quando andava via L’ATL tale luogo diventava un parcheggio gratuito per tutti. Tempo addietro interpellato il sig. Vece ha asserito il contrario. Mentre poi avete fatto parcheggi a pagamento. Pensate solo al vile denaro, aumentando le tasse, come il Vostro capo sig. DI MAIO. Maggio si avvicina ed andrete tutti a casa.

  4. # Ioannis

    Sig. Vece prima di asserire ciò doveva andare a vedere il lavoro fatto. Primo perché i lavori ancora non sono stati terminati, secondo cosa più importante non è stato bonificato il tutto. Sarà anche stato tolto l’amianto di copertura dei deposito autobus ma tutto il resto? Tipo gli ex uffici etcc.??? Dov’è stata fatta la bonifica????. Non fate e dite sempre le cose a metà, d’altronde parlare in tale modo è una prerogativa dei 5stelle.

  5. # Libero

    Visto che la cosa andava avanti ormai da decenni, non potevano provvedere alla eliminazione dell’amianto, le precedenti amministrazioni?
    Forse non sapevano che l’amianto fosse un pericoloso cancerogeno?

  6. # Enrico

    A dire il vero, in quel luogo era prevista una zona giardino che andava ad unirsi a Villa Mimbelli tramite certi accorgimenti. Il parcheggio avrebbe interessato solo i capannoni che non possono essere abbattuti perché classificati archeologia industriale. Invece oggi vediamo un parcheggio interamente a pagamento senza stalli gratuiti. La cosa da fare però, sarebbe la riqualificazione della zona che dà sulla via meyer dopo aver trovato alloggi più adatti e consoni alle persone che abitano nell’ex direzione. Cmq, un’area vasta come l’ex deposito doveva essere attenzionata meglio al fine di costituire una risorsa ambientale e civile.

    1. # bocciato

      Veramente l’assessore VECE ha concesso gratuitamente il parcheggio a chi ha il pass MARE e non si comprende perchè i residenti di strade molto lonane possano posteggiare lì ! Ma probabilmente non lo sà neppure l’assessore !

  7. # Obiettivo

    Sig. Sindaco possibile che in una delle zone più prestigiose della città siano lasciati inutilizzati strutture e spazi così importanti?
    Nell’area potrebbero essere realizzati anche posti auto coperti/ scoperti, garages, uffici etc (in locazione o in vendita). L’iniziativa sarebbe sicuramente apprezzata e produrrebbe entrate per il Comune.
    Mi sembra veramente inaudita questa inerzia; è desolante.
    Se questa amministrazione non riesce ad individuare soluzioni, perché non bandire un concorso di idee?

  8. # Gino

    C’è anche chi si lamenta perche si toglie l’amianto.
    Perchè c’è un nuovo parcheggio da 200 posti GRATIS per residenti.
    Magari anche perchè villa mimbelli è stata restaurata.
    Chiamale ghigne.