Cerca nel quotidiano:


Viola Talentoni ai Bagni Roma

Lunedì 1 Agosto 2016 — 11:26

Mediagallery

Dopo il successo de “Il sole dietro le nuvole”, un’avventura nata tra le macerie della guerra, l’appassionata scrittrice di Viola Talentoni torna a far parlare di sé, con un romanzo che ne è la naturale evoluzione di Una finestra sul mare, anche questo pubblicato da MdS Editore.  La presidente di MdS Sara Ferraioli, spiega le ragioni di questa nuova uscita: “Il primo libro Viola Talentoni era stato firmato ancora con la precedente Manidistrega, e nonostante MdS abbia cambiato molto nei contenuti e nell’attività, rimane la presenza di Viola Talentoni come un passaggio di testimone ideale fra le due fasi dell’editore”.
Antignano, prima che la distruzione e il dolore colpiscano Livorno, è un luogo incontaminato, quasi lontano in cui si può continuare a vivere come se la guerra appartenesse solo alla città e se ne vedessero lontani i bagliori. Allora ci si può illudere che il mare ai Bagni Roma sia sempre azzurro e che si possa  ridere e scherzare tra amici, in quell’estate del ’43 da cui parte la formazione di Tina, che è costretta bruscamente a confrontarsi con il dolore, la perdita, il crollo del suo piccolo mondo di studentessa.

_MG_9821_mod_bn_2Il nuovo romanzo di Viola Talentoni è scritto con abilità e delicatezza: la padronanza nell’uso dello strumento letterario è tale che non si riesce a staccarsi dalle pagine e si vuole continuare a stare in compagnia dei protagonisti. La delicatezza è quella con la quale Viola disegna, senza particolari proclami, la figura di Tina una giovane donna che sta costruendo la propria emancipazione con rigorosa adesione ai principi di onestà e correttezza alla tenace costruzione di persona, nella professione e nella sfera più intima, alla  ricerca di autenticità. Così sullo sfondo di un paese di fronte alla cruciale scelta fra monarchia a repubblica, si dipanano le vite e le storie dei protagonisti in un’Italia che risorge, come Livorno, dalle sue macerie.
Rimane imprescindibile nella percezione della vita di Tina la presenza del mare; quell’angolo d’azzurro che ti resta dentro, anche se sei costretto a partire, andare lontano con la speranza, racchiusa dentro al cuore, di poter un giorno fare ritorno e tuffarsi nell’acqua cristallina e fresca che ristora e forse anche purifica, e fornisce alla protagonista quell’energia di cui ha bisogno per superare ogni ostacolo che la vita le riserva. Una storia di coraggio, tenacia e passione un’impronta femminile che rimarrà a lungo fra le cose emozionanti che abbiamo letto. Non mancate

Riproduzione riservata ©