Cerca nel quotidiano:


Volteggio equestre, Giorgia si laurea campionessa italiana “Due Stelle Junior”

Dopo aver confermato l’enorme talento visto nelle precedenti uscite ed aver vinto l’ultimo campionato italiano due stelle junior, Giorgia proverà a ripetersi nelle gare di marzo fuori dallo stivale con la speranza di poter partecipare agli ambiti tornei con la Nazionale Italiana

Lunedì 19 Ottobre 2020 — 18:45

Mediagallery

Una passione, quella della diciassettenne, nata dall’amore per gli animali e per la ginnastica artistica e che gradualmente si è trasformata in un connubio vincente

Si accende un’altra stella nel firmamento dello sport livornese. Si tratta di Giorgia Fanucci che nei giorni scorsi si è laureata campionessa italiana di volteggio equestre categoria “Due stelle junior”. Una passione, quella della sedicenne, nata dall’amore per gli animali e per la ginnastica artistica e che gradualmente si è trasformata in un connubio vincente. Il volteggio equestre è infatti una disciplina non olimpica che integra l’equitazione, la danza e l’attività ginnica richiamando verosimilmente la spettacolarità degli artisti circensi. Praticabile singolarmente ed a squadre, con due o più atlete che si esibiscono contemporaneamente sopra il cavallo, è una lezione di vita quotidiana in quanto la cura ed il rispetto dell’animale è uno dei fattori determinanti per il punteggio in gara. Maggiore è la bellezza e l’affinità, in questo caso con la “sua” Bambola, maggiore sarà la graduatoria finale che abbinata ad un’alta qualità degli esercizi permette di scalare la classifica finale. Ecco dunque che la ragazza del team Asd Icaro Blu di Casciana Terme Lari, già campionessa nel 2018 e studentessa dell’Enriques, già da qualche anno partecipa anche alle gare internazionali valide per la selezione azzurra ai Mondiali con l’ultima edizione fermata a causa della pandemia. Dopo aver confermato l’enorme talento visto nelle precedenti uscite ed aver vinto l’ultimo campionato italiano due stelle junior, Giorgia proverà a ripetersi nelle gare di marzo fuori dallo stivale con la speranza di poter partecipare poi ad agosto agli Europei di Budapest con la Nazionale Italiana. Risultati che Giorgia ha potuto raggiungere grazie anche ai preziosi insegnamenti e aiuti ricevuti dalle istruttrici Giulia ed Elettra e alle compagne.

Riproduzione riservata ©