Cerca nel quotidiano:


“Anffas Open Day 2018”. Il programma delle iniziative in città

informazione a pagamento. Mercoledì 28 marzo giornata nazionale della disabilità intellettiva e/o relazionale. Le iniziative di Anffas Onlus Livorno volte a diffondere la cultura dell’inclusione sociale, delle pari opportunità, della non discriminazione

Martedì 27 Marzo 2018 — 08:18

Mediagallery

Il 28 marzo 2018 torna, per l’undicesimo anno consecutivo, la Giornata Nazionale della Disabilità Intellettiva e/o Relazionale, la manifestazione nazionale promossa ed organizzata da Anffas Onlus che, con l’ormai consueta formula “Anffas Open Day”, apre ufficialmente anche le celebrazioni dei 60 anni di Anffas. Sarà l’inclusione sociale il tema al centro della Giornata Nazionale della Disabilità Intellettiva e/o Relazionale e di Anffas Open Day. Giornata volta principalmente a sensibilizzare ulteriormente la società civile tutta e ri-affermare i diritti civili e umani sanciti dalla Convenzione Onu sui Diritti delle Persone con Disabilità. Tutte le strutture associative – circa 1000 in tutta Italia – in cui Anffas da 60 anni si prende cura e carico di oltre 30.000 persone con disabilità e dei loro familiari, il 28 marzo con la formula “Open Day” organizzeranno, con il protagonismo diretto delle persone con disabilità, convegni, spettacoli e tante altre iniziative volte a diffondere la cultura dell’inclusione sociale, delle pari opportunità, della non discriminazione. ANFFAS ONLUS LIVORNO (sede in via di Montenero 176. Tel. 0586/578251, www.anffas.livorno.it e Fb: Anffas Onlus – Livorno) per l’occasione organizzerà:

– dalle ore 10:00 alle ore 12:00 Laboratori aperti c/o il centro Anffas Onlus Livorno
– ore 15:00 Proiezione del film “La classe degli Asini” c/o la Sala Convegni di Villa Serena

– ore 17:00 Brindisi per il 60° compleanno di Anffas Nazionale con famiglie, amici collaboratori c/o la Sala Convegni di Villa Serena

Il giorno 30 marzo 2018 presso la palestra “IL NUOVO CLUB” ore 11:30 FLASH MOB – “LET’S MOVE TOGETHER con i trainers e i presenti ad accogliere la cittadinanza ci saranno le persone con disabilità, i loro genitori e familiari, gli associati Anffas, gli operatori, i volontari e tutti coloro che, a vario titolo, operano in Anffas e collaborano con essa. Tanti traguardi raggiunti anche grazie ad un costante e prezioso lavoro quotidiano realizzato nelle strutture associative Anffas, che mettendo al centro le persone con disabilità, le vedono sempre più impegnate in prima persona, su temi quali la cittadinanza attiva, il linguaggio facile da leggere, l’autonomia, l’autodeterminazione e l’autorappresentanza. Tanti quindi gli obiettivi raggiunti ma tante le cose ancora da fare.

informazione a pagamento

Riproduzione riservata ©