Cerca nel quotidiano:


Da lunedì 29 workshop di teatro e scrittura creativa. Iscrizioni aperte

informazione pubblicitaria. “Qual è il tuo Godot?” Dal 29 giugno due volte alla settimana, dalle 17,30 alle 19,30, nella splendida cornice di Villa Maria. INFO.: www.itinera-formazione.info, 347-4720050, [email protected]

Venerdì 19 Giugno 2020 — 16:00

Mediagallery

Percorso in otto puntate che con gli strumenti della drammatizzazione teatrale e della scrittura creativa vi permetterà di sperimentare e conoscere il tema dell'attesa

“Qual è il tuo Godot?”. In collaborazione con Itinera Formazione e il collettivo di teatro Mo-wan, dal 29 giugno avrà inizio un percorso in otto puntate che con gli strumenti della drammatizzazione teatrale e della scrittura creativa vi permetterà di sperimentare e conoscere il tema dell’attesa. E chi meglio di S. Beckett con il suo Aspettando Godot per guidarci all’interno di questo viaggio? Il percorso inizierà il 29 giugno e si terrà due volte alla settimana, dalle 17,30 alle 19,30, nella splendida cornice di una delle ville storiche più importanti di Livorno, Villa Maria. Ad accompagnarvi in questo percorso Alessandro Brucioni, noto regista e drammaturgo livornese, e Agnese Acconci, psicologa e specializzanda in psicoterapia della Gestalt. Per informazioni consultare il sito www.itinera-formazione.info oppure contattare la segreteria di Itinera Formazione ai recapiti 347-4720050 e [email protected]

Alessandro Brucioni
Nasce a Livorno; regista e drammaturgo, è direttore artistico del DEEP festival e organizza insieme al collettivo di teatro No-wan la rassegna teatri d’Autunno e il festival di teatro e danza contemporanea SEMIfestival. Nel 2018 è autore di Estragone e Vladimiro, riscrittura del celebre testo di Samuel Beckett – Aspettando Godot – con Luca Avagliano, Michele Crestacci e Simone Martini. Nel 2019 è co-autore e regista di Felice con Michele Crestacci.

Agnese Acconci
Psicologa e specializzanda in psicoterapia Gestalt fenomenologica-esistenziale. Attrice di teatro per passione dal 2018, dove sperimenta il teatro di improvvisazione. Attualmente lavora nell’ambito della formazione professionale sia come orientatrice al lavoro, sia come formatrice utilizzando strumenti e tecniche appartenenti al teatro e alla drammatizzazione.

informazione pubblicitaria

Riproduzione riservata ©