Cerca nel quotidiano:


Interporto, 2019/2020 gli anni della svolta

informazione pubblicitaria. Ecco gli importanti traguardi raggiunti sia dal punto di vista economico, sia per le prospettive di sviluppo dell’area e per l’allargamento dei servizi offerti alle persone

Mercoledì 5 Agosto 2020 — 10:08

Mediagallery

L’anno 2019 si è chiuso per il terzo anno consecutivo con un risultato positivo che ha visto la società recuperare le perdite degli anni precedenti e raggiungere importanti traguardi sia dal punto di vista economico, sia per le prospettive di sviluppo dell’area che per l’allargamento dei servizi offerti alle persone. Dal punto di vista strategico:

A) Sta realizzando e vedrà la sua conclusione e la immediata operatività nel luglio 2021 la costruzione del cosiddetto magazzino del freddo, cioè un impianto celle per merci surgelate che offrirà un servizio attualmente non presente nel porto di Livorno e nella filiera alimentare. Ha inoltre rilanciato il servizio di merci refrigerate che, con il magazzino del freddo, costituiranno un polo alimentare di grande rilevanza per il Porto di Livorno.

B) Interporto Toscano ha avuto il riconoscimento del ruolo di Sistema di distribuzione chiuso da parte dell’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente: Interporto è una rete elettrica delimitata geograficamente nel quale opera in qualità di gestore, distributore e venditore, dotandosi di una infrastruttura di lettura e contabilizzazione consumi certificata. L’obiettivo è quello di produrre energia “green” per almeno il 50% del suo consumo complessivo. A conferma del ruolo sempre più strategico e centrale che Interporto ha sul territorio.

C) La società sta poi lavorando con RFI e Regione Toscana anche sul progetto di collegamento ferroviario tra Interporto e la rete TEN-T a Firenze.

D) Ha candidato inoltre il progetto truck village parcheggi sicuri per l’autotrasporto ai fondi CEF Comunitari; progetto che prevede aree di sosta controllata con servizi ai mezzi ed alle persone per oltre 250 posti camion.

E) Importante traguardo è stato la firma di un accordo fra le maggiori aziende farmaceutiche attive in Toscana per la realizzazione di un importante hub innovativo proprio nell’area Interporto che servirà da magazzino unico in ingresso per le materie prime ed in uscita per i prodotti farmaceutici delle aziende aderenti, che da Guasticce verranno inviati in tutti il mondo. Questo polo farmaceutico fornirà un importante ruolo competitivo nel settore e creerà occupazione per almeno 150 addetti. In questi giorni sarà individuata da parte della rete di imprese la società di logistica che effettuerà l’intervento, che coprirà una superficie di ca 125 mila mq..

Relativamente al servizio alle persone, ricordiamo il servizio navetta della linea 113 che collega l’Interporto e la zona industriale di Guasticce con la città di Livorno, con diverse corse giornaliere, stabilite in base alle esigenze dei lavoratori e dal febbraio 2020 è attivo il punto di primo soccorso nell’area servizi dell’interporto, grazie ad un accordo fra società Interporto e Pubblica Assistenza di Collesalvetti. Il tutto nel quadro di ristrutturazione che vede come pilastro fondamentale l’aumento di capitale sociale da parte di AdSP, come confermato dalla Autorità stessa nel corso dell’Assemblea Straordinaria dei Soci tenutasi il 25 giugno.

informazione pubblicitaria

Riproduzione riservata ©