Cerca nel quotidiano:


Villa Maria, oggi (ore 19) incontro con l’autore

Informazione pubblicitaria. Giovedì 18 agosto, alle 19, nel giardino di Villa Maria nuovo appuntamento con “La Bella Estate”, il programma d’incontri con gli autori promossi dal Comune di Livorno - Biblioteca Labronica “F.D.Guerrazzi” e dalla Coop Itinera

Martedì 16 Agosto 2016 — 16:21

Mediagallery

Oggi, giovedì 18 agosto alle 19, nel giardino di Villa Maria nuovo appuntamento con “La Bella Estate”, il programma d’incontri con gli autori promossi dal Comune di Livorno – Biblioteca Labronica “F.D.Guerrazzi” e dalla Coop Itinera. L’incontro di venerdì, organizzato in collaborazione con la Libreria Erasmo, sarà con Ilaria e Simone Marchesi e il libro “Live in Pompei” (Edizioni Laterza), presentati da Simone Lenzi.
Un libro scritto a 4 mani che si alternano nella scrittura facendoci giungere separatamente le voci dei due autori, esperti di cultura classica e docenti di Humanities in università Usa, rispettivamente a Hofstra e Princeton.
Nella primavera del 2014, infatti, i due autori hanno accompagnato 14 bambini dai 5 agli 11 anni in un week end lungo a Pompei; li hanno guidati nel reticolo delle strade, ricevendone in cambio stimolanti domande e reazioni che hanno contribuito alla intelaiatura del libro.
Ilaria Marchesi aveva organizzato per i bambini un breve corso, al termine del quale, divisi in gruppi, avrebbero presentato un lavoro, viatico al conferimento di un diploma. Simone Marchesi ha delineato i percorsi in maniera che i bambini si perdessero come nel labirinto del Minotauro, senza una mappa a disposizione che racchiudesse dall’alto tutta la città ma seguendo un itinerario in prospettiva orizzontale, con gli ostacoli rappresentati dai muri e dalle incertezze agli

VILLA MARIA. ANCHE QUI SARA' DISPONIBILE IL WI-FI

VILLA MARIA. ANCHE QUI SARA’ DISPONIBILE IL WI-FI

incroci, per considerare e valorizzare anche le barriere ad altezza di sguardo, così dense di storie da raccontare. Al centro c’è Pompei. Intorno, ventotto piccoli occhi studiano incuriositi le pietruzze colorate. Una manina si posa sulla spalla della restauratrice china a pulire i tasselli. “Tata, che fai?”È la più piccola bambina del gruppo a parlare. Lei non esita mai a fare domande. “Pensa come doveva essere prima che scoppiasse”, dice Camilla a mezza voce al fratello. Un po’ di paura il vulcano gliela mette anche adesso. Hanno capito che un giorno di quasi duemila anni fa ha sputato fuoco, e fumo, e roccia per tre giorni, come un drago inferocito.
A Pompei i bambini saltano da una pietra all’altra facendo finta di schivare gli escrementi dei cavalli antichi. Impazziscono di gioia all’idea dei grandi vasi messi a disposizione dei passanti per fare pipì che i lavandai usavano per smacchiare i vestiti. Scoprono il pane dell’ultimo giorno di Pompei, che ha le stesse forme di quello che vedono in tavola oggi. La scansione dei capitoli del libro segue la scaletta dei pezzi eseguiti per il film-concerto dei Pink Floyd Live at Pompei del 1971, che di fatto rappresenta una citazione importante, comprendendo anche Brain Damage e Us and Them, contenuti in “Dark Side of the Moon”. In Brain Damage, ad esempio, Simone Marchesi ha inteso scorgere degli accenni alla vicenda del labirinto del Minotauro (associandola alla Casa del Labirinto di Pompei.
La lettura il libro è assai scorrevole e nelle sue pieghe la leggerezza e la curiosità hanno campo libero. Per i fan dei Pink Floyd la rassegna dei capitoli può continuare dall’inizio con Cave Canem, ispirato a Mademoiselle Nobs, il pezzo caratterizzato dai guaiti di un levriero russo, il capitolo del libro ha al proprio centro i cani di Pompei. Il capitolo Noi e loro riprende le suggestioni di Us and Them sulla falce della morte che attende i giovani in una guerra. “Loro” sono le vittime dell’eruzione.
Ilaria Marchesi è docente di Latino e Greco all’Università di Hofstra, nello Stato di New York, dove dirige il programma di Scienze dell’antichità.
Simone Marchesi insegna Letteratura italiana medievale all’Università di Princeton, negli Stati Uniti.

Informazione pubblicitaria 

Riproduzione riservata ©