Cerca nel quotidiano:


Visite guidate e “Stornelli infernali” al museo delle miniere di Montecatini

Informazione pubblicitaria. INFO: 0586.89.45.63. Appuntamento sabato 19 agosto alle 21.30 al Museo delle Miniere Montecatini Val di Cecina con l’evento collaterale della mostra di arte contemporanea Corpus Mine

Sabato 19 Agosto 2017 — 07:05

Mediagallery

Appuntamento sabato 19 agosto alle 21.30 al Museo delle Miniere Montecatini Val di Cecina con l’evento collaterale della mostra di arte contemporanea Corpus Mine. “Stornelli infernali” è uno spettacolo ispirato e tratto dall’Inferno di Dante Alighieri: due menestrelli raccontano, in maniera comica ma fedele, il rocambolesco viaggio di Dante e Virgilio, intervallando la narrativa con versi della Divina Commedia cantati su arie popolari. Un originale intreccio tra teatro, letteratura, cultura popolare e comicità. Ingresso allo spettacolo gratuito. In occasione dell’evento alle 20 è prevista la visita guidata alla miniera ed alla mostra Corpus Mine ed a seguire uno spuntino composto da bibita e pizza.

Costo per visita e pizza e bibita: 10 euro adulti, 5 euro bambini 6-12 anni.
Ritrovo alle 19.45 alla biglietteria. Prenotazione obbligatoria, posti limitati.
Per informazioni e prenotazioni: Museo delle Miniere (giov-dom 10/13 e 16/19) tel. 0588.31.026; Coop Itinera (lun-ven 9/13) tel. 0586.89.45.63 int.3, Oppure inviare una mail a [email protected]

Il progetto – La cooperativa Itinera di Livorno da anni operante in ambito toscano nel settore della cultura e della sua promozione, gestisce, per il secondo anno, il complesso della Miniera di Montecatini Val di Cecina. La storia del bellissimo borgo medievale di Montecatini Val di Cecina è legata alla miniera di rame rimasta attiva fino al 1907. Gli Etruschi furono i primi a sfruttare le abbondanti risorse naturali di questa zona e da questo sito minerario prese il nome una delle maggiori industrie del XX Secolo, la Montedison s.p.a, divenuta poi Montedison. Attualmente, per volontà del Comune e con la collaborazione di Itinera sono visitabili parti delle gallerie ottocentesche (il reticolo delle gallerie si estende per circa 35 Km fino ad una profondità di 315 m.) la torre di Pozzo Alfredo (con il montacarichi originale) e la chiesa di S.Barbara, simbolo della devozione dei minatori per la loro patrona. Nell’ottica della valorizzazione di questo luogo unico, di grande importanza storica e archeologica, Itinera ha ideato una manifestazione artistica che porti la creatività contemporanea in questo spazio di memoria.  L’obiettivo è quello di offrire nuovi punti di vista e suggestioni attraverso interventi site specific di arte contemporanea.

La mostra – La mostra d’arte contemporanea realizzata con il patrocinio del Comune di Montecatini Val di Cecina, e curata da Ylenia Rose Testore va a reinterpretare i caratteri della Miniera attraverso sculture e installazioni di 10 artisti che hanno maturato ricerche ed esperienze sia in Italia che all’estero. L’inaugurazione si è tenuta sabato 22 luglio. La mostra è visitabile fino al 22 settembre. Catalogo in vendita all’ingresso della Miniera. Corpus Mine è una mostra di arte contemporanea che si basa sulla rilettura di un luogo, la Miniera, affascinante e misteriosa oggi, luogo di produzione e di lavoro allora. La materia, cuprum, veniva estratta in un processo ripetitivo e impulsivo, macchina-motore di una produzione industriale. La materia stessa è oggetto e soggetto delle opere degli artisti che rivivono e rimettono in moto gli spazi della Miniera, prende così forma il Corpo della Miniera. Ogni artista si è messo a confronto con gli spazi tramite interventi che ne accentuano la dimensione suggestiva e arcana, sapienti equilibri tra luce e ombra, leggerezza e pesantezza. Linguaggi espressivi diversi ma complementari che affrontano ciò che la Miniera trapela ridefinendo la percezione e suggerendo prospettive diverse da cui osservare lo spazio. Si riscrivono così nuovi confini e nuove visioni in una scrittura espositiva capace di produrre una narrativa che si sviluppa attraverso i vari interventi artistici. Il visitatore viene così accompagnato in un percorso legato alle vicende storiche della Miniera e in un’esperienza di rilettura attraverso le opere dei 10 artisti.

I partner – Fattoria Sorbaiano, Ristorante La Terrazza sul borgo, Podere Beccheria, Ristorante L’Ippocastano, Agriturismo Le Querce, Ristorante Il Buglione, Central Bar, Torre dei Belforti.

Riproduzione riservata ©