Cerca nel quotidiano:


Arrivano le “Domeniche in Bici”

Dopo l'iniziativa social lanciata da QuiLivorno.it arriva l'ok dell'Amministrazione. La prima giornata su due ruote sarà organizzata a inizio giugno e presto verranno rese note le date

Martedì 19 Maggio 2020 — 18:55

Mediagallery

Con cadenza mensile, una parte della città sarà riservata a ciclisti e pedoni (escludendo ovviamente dal provvedimento i veicoli delle persone con disabilità e i residenti in entrata e in uscita) per tutto il pomeriggio

La fine del lockdown ha prodotto a Livorno un evidente cambiamento della sensibilità collettiva per quanto riguarda la mobilità. La tematica “Domenica in Bici” lanciata dalla iniziativa social di QuiLivorno.it che raccolse oltre 3.450 “Mi Piace” (clicca qui per vedere la consegna dei “like” al sindaco) ha trovato il via libera definitivo da parte dell’Amministrazione Comunale. A dare l’ok ufficiale è proprio l’assessora alla Mobilità e Ambiente Giovanna Cepparello evidenziando come molti livornesi, infatti, stiano scegliendo in questi giorni di muoversi in bicicletta, sia per svago sia, sempre di più, per recarsi al lavoro. “In tutto ciò – specifica l’assessora –  gioca forse un ruolo fondamentale anche la voglia di ricercare stili di vita più sani e più sostenibili. Gli incentivi statali per l’acquisto di biciclette o di mezzi di micromobilità, poi, contribuiscono e contribuiranno in modo sostanziale alla diffusione della mobilità dolce”.
In questo contesto, l’Amministrazione Comunale livornese ha deciso di organizzare le “Domeniche in bici”.
Con cadenza mensile, una parte della città sarà riservata a ciclisti e pedoni (escludendo ovviamente dal provvedimento i veicoli delle persone con disabilità e i residenti in entrata e in uscita) per tutto il pomeriggio. La perimetrazione dell’area sarà definita di volta in volta, anche a seconda della stagionalità, e sarà condivisa, attraverso le associazioni di categoria, con i commercianti e con gli esercenti coinvolti. Nell’ambito dell’area riservata potranno essere organizzati eventi e spettacoli, anche con l’intento di rilanciare le attività del centro e/o dei quartieri.
“Al di là del perimetro che di volta in volta verrà definito – dichiara il sindaco Luca Salvetti – l’invito che rivolgo ai cittadini è quello di lasciare a casa la macchina in occasione delle domeniche in bici, per godersi al meglio una città a misura dei ciclisti e dei pedoni. La nostra è un’iniziativa improntata al buon senso, che non metterà in difficoltà nessuno, ma che anzi vuole rilanciare una mobilità a misura di tutti. Nello scegliere le aree faremo in modo di garantire che vicino ai varchi ci siano parcheggi disponibili, in modo da poter garantire l’accesso all’area anche a chi ha bisogno dell’auto”.
“Questo momento storico ci offre un’opportunità incredibile – conclude Cepparello – per accelerare il percorso verso una mobilità multimodale, dando il giusto spazio alla mobilità dolce. Non dobbiamo perdere l’occasione e stiamo lavorando per iniziare a rendere la città più a misura di ciclista e di pedone, anche anticipando le prime misure che sono emerse durante il percorso di redazione del Pums (Piano Urbano Mobilità Sostenibile, ndr). In tutto questo non dobbiamo perdere di vista il trasporto pubblico, che sta vivendo un momento di crisi legata al Covid-19, ma che dovrà essere rilanciato anche attraverso l’indispensabile realizzazione di corsie preferenziali”.
La prima “domenica in bici” sarà organizzata ad inizio giugno e presto verranno rese note le date.

Riproduzione riservata ©

10 commenti

 
  1. # Susanna Bertini

    Buona iniziativa ma dovrebbe essere supportata da un servizio di bike sharing o avere a disposizione parcheggi magari gratuiti per chi volesse dai comuni limitrofi tipo Collesalvetti venire in città a Livorno o andare a fare una passeggiata sul mare.

  2. # Paolo

    Spero che le bici non creino pericolo lungo i camminamenti lungomare

  3. # Gino

    Bella iniziativa un plauso!!!…Vorrei che il Sindaco lo permettesse tutte le domeniche (se non indispensabile l’auto per casi urgenti)

  4. # Riccardo

    Ottima iniziativa.

    1. # Claire

      Un’iniziativa bellissima , non avendo Facebook non ho potuto dare il mio “mi piace” . Nei giorni passati uscire in bici e non vedere neanche una macchina su viale Italia è stata una cosa davvero emozionante , sia per i grandi che per i piccini. BRAVO SINDACO!

  5. # Massimo

    Speriamo sia solo l’inizio

  6. # Mari

    Bene. Però qualcuno dovrebbe spiegare ai ciclisti che il codice della strada vale anche per loro.

    1. # Laura53

      Ottima iniziativa potenziare le piste ciclabili ….urgente

  7. # Ge

    E’ importantissimo invece potenziare le piste ciclabili specie per il centro nevralgico del polo studentesco mi riferisco alla zona del viale Galilei fino a Piazza 2 giugno , infatti le scuole Superiori Cecioni,ITI Galilei,Buontalenti,Orlando hanno una grande affluenza di studenti ma i percorsi per raggiungere in sicurezza le scuole in bici sono un percorso ad ostacoli , alcuni spezzoni di piste ciclabili ci sono ma proprio in prossimità .delle scuole finiscono improvvisamente riversando le bici nel traffico.
    Seconda e non ultima considerazione (mi rifaccio al commento di Mari) bisognerebbe che i Vigili fossero meno tolleranti verso chi con le due ruote motorini compresi viaggiano costantemente contromano, la sera poi le bici senza luci che attraversano sulle strisce pedonali come fossa consentito sono la norma mettono in pericolo tutti , ciclisti ed automobilisti.

  8. # Stefano

    Il Codice della Strada vale anche per i CICLISTI vero o no?….Troppi su strisce pedonali, contromano e con inversioni…Vorrei che questo problema sia alla portata di tutti anche per non trovarsi a qualche incidente grave…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.