Cerca nel quotidiano:


Il corto livornese “I miei draghi” finalista allo School Experience Festival del Giffoni

La protagonista è Viola, bambina vittima di bullismo che riesce a superare le sue paure grazie al maestro di arte. Il corto di Matteo Marchi era stato finanziato dall'Associazione Paraplegici Livorno

Domenica 14 Marzo 2021 — 11:19

di Chiara Montesano

Mediagallery

Nella sezione dedicata a studenti tra i 3 e i 10 anni, I miei draghi è arrivato tra i primi 5 corti in gara, non riuscendo però a vincere. Si è trattato comunque di un'ottima esperienza e trampolino di lancio per il regista Marchi

Per il secondo anno il Giffoni Experience, prestigioso ente che organizza il festival cinematografico, ha realizzato lo School Experience, rassegna dedicata alle scuole. Tra i finalisti della sezione Your Experience, dedicata alle opere realizzate da istituti scolastici, da associazioni culturali o da autori indipendenti, c’è un corto livornese: I miei draghi.

I miei draghi è un corto nato e realizzato da Matteo Marchi con l’aiuto dell’Associazione Paraplegici Livorno; l’obiettivo del corto è quello di sensibilizzare i bambini e gli spettatori sul tema del bullismo e della paura del diverso. Viola, la bambina protagonista, è vittima di bullismo ma grazie al suo insegnante di arte, un maestro disabile, supera i “draghi”, le sue paure.

Nella sezione dedicata a studenti tra i 3 e i 10 anni, I miei draghi è arrivato tra i primi 5 corti in gara, non riuscendo però a vincere. Si è trattato comunque di un’ottima esperienza e trampolino di lancio per il regista Marchi e tutte le persone che hanno contribuito alla realizzazione dell’opera.

Potete vedere i miei draghi QUI.

Riproduzione riservata ©