Cerca nel quotidiano:


L’estate livornese sotto i riflettori della Regione. Giani: “Livorno città della cultura”

A Palazzo Strozzi, Firenze, si è svolta la presentazione del cartellone di eventi "L'estate più lunga del mondo"

Mercoledì 11 Maggio 2022 — 11:10

di Giulia Bellaveglia

Mediagallery

“Il fatto di presentare a Firenze gli eventi di una delle maggiori città della Toscana, dimostra lo stretto rapporto culturale che c’è tra le due realtà. A Livorno si arriva proprio grazie alle iniziative, e si arriva in un luogo che è sempre stato libero, vivo, con uno spirito tra i più toscani che possano esserci”. Sono queste le parole che il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani ha riservato alla presentazione degli eventi dell’estate livornese che, per questa volta, ha superato i confini locali per approdare negli spazi di Palazzo Strozzi a Firenze. “Una serie di iniziative che ci portano cultura, intrattenimento, musica, rievocazioni storiche e lo fanno attraverso il coinvolgimento di spazi belli – prosegue entrando nel dettaglio – Una delle estati che si presenta con le carte in regola per essere a tutti gli effetti un evento della regione. Un successo che nasce anche da una rete di soggetti che sempre di più collaborano tra loro per creare stimoli che configurino Livorno come una delle capitali della nostra regione”.
“Appuntamenti che abbiamo già presentato a Livorno ma che ritenevamo necessario presentare a tutta la Toscana” dice il sindaco Luca Salvetti poco prima di dare la linea all’interpretazione dell’Ave Maria di Pietro Mascagni eseguita per l’occasione in diretta dal Gazebo della Terrazza Mascagni a cura di Marco Voleri, direttore artistico del Mascagni Festival.
“Lavoriamo su una narrazione di Livorno che vada a scoprirla in tutte le sue caratteristiche – spiega Claudia Pavoletti, vicepresidente della Fondazione Lem – Un’aspettativa che porta verso una nuova idea, legata ad un ambito cosmopolita nato dall’unione tra popoli di culture diverse che sono tutt’oggi presenti. Una sinergia per mettere in piedi esperienze variegate che possano interessare il turista e che si rivolgano a persone di tutte le età con interessi differenti”.

Alla conferenza stampa sono presenti anche l’assessore alla cultura Simone Lenzi e l’assessore al turismo Rocco Garufo. “Un’offerta vincente è quella che riesce a parlare a tutti, e così è per questa – commenta Lenzi – Qualcosa che conduce alla ritrovata voglia di uscire post Covid e che è in grado di rispondere a mondi diversi e tutti leciti”. “Venite a vedere, perché di sicuro non vi annoierete – afferma Garufo – Manifestazioni che toccano qualsiasi tipo di passione unita a tutto il resto che la città offre. Il tutto reso possibile anche grazie a soggetti privati che ci hanno dato una grossa mano a creare tutto questo”.

Riproduzione riservata ©