Cerca nel quotidiano:


Acquedotto di Colognole, serve più manutenzione

martedì 12 Marzo 2019 18:47

Ho letto del progetto di fare una pista ciclabile sulla vecchia ferrovia Colle Guasticce e sarebbe molto bello se si realizzasse. Vorrei ricordare che di bellezze nel territorio colligiano ce ne sono in quantità, a partire dall’acquedotto di Colognole, così bistrattato, e particolarmente nel punto in cui passa accanto all’incrocio per Parrana sulla Via delle Sorgenti (al km 7,5); ebbene, qualche anno fa, durante i lavori di sistemazione delle condotte d’acqua da parte di Asa e di pulizia del bosco, vennero alla luce gli archi in tutta la loro bellezza: si vedono ancora o meglio li intravedono ancora coloro che sanno che ci sono, perché tra rovi, arbusti e alberi cresciuti non si vede più nulla.

Volevo mettere in evidenza soprattutto  come in quel punto fu messo un enorme “tubone passante” sotto la carreggiata per poter far defluire l’acqua dal canalone sovrastato dagli archi: ebbene adesso, non facendo manutenzione alcuna, il suddetto “tubone” è  quasi completamente intasato dalla fitta vegetazione che nel frattempo è cresciuta,  e si è formato un  lago acquitrinoso  che sta ricoprendo addirittura gli archi quasi nella loro interezza . Non oso pensare ad una nuova alluvione tipo 10 settembre,  ma se ciò dovesse accadere il flusso d’acqua porterebbe via tutto, sede stradale ed archi, perché lo sfogo a valle è praticamente non più esistente.

Giancarlo Galletta, Nugola

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.