Cerca nel quotidiano:


Addio Vincenzo, ci hai insegnato i veri valori della vita: ci mancherai…

Il giorno 13 novembre è deceduto all'ospedale di Livorno Vincenzo Loffredo, Presidente dell'ANVCG (Associazione Nazionale Invalidi Civili di Guerra) di Livorno. Il ricordo della famiglia

Lunedì 16 Novembre 2020 — 09:18

Mediagallery

Il giorno 13 novembre è deceduto all’ospedale di Livorno Vincenzo Loffredo, Presidente dell’ANVCG (Associazione Nazionale Invalidi Civili di Guerra) di Livorno. Era ricoverato da dieci giorni nel reparto Covid. Eccolo nel ricordo della famiglia.

“Caro Enzo, alla fine questa battaglia non sei riuscito a vincerla neppure tu, tu che hai lottato come un guerriero fin da bambino, investito da un camion degli americani a cinque anni, hai combattuto con la tua gamba malata fino a quando non te l’hanno dovuta tagliare… a 34 anni… nel pieno della vita e delle forze, ma non ti sei abbattuto…no, tu hai superato questa mancanza…sei andato oltre e con la fierezza che ti contraddistingue hai vissuto in piena forza, autonomia e disinvoltura…ma, come se non bastasse, a 20 anni sei stato per mesi ricoverato a Sondrio a combattere la tubercolosi e hai superato anche questa… tu, quel bell’uomo imponente, hai guardato avanti e fiero della tua barba che tutti ricordiamo con dolcezza, sei diventato un punto di riferimento per tutti quelli che hanno avuto la fortuna di conoscerti, un’istituzione per i bambini che negli anni ’80 facevano le corse per venire al porto a comprare le tue barchette… un passatempo iniziato quasi per gioco, ma che, con la tua lungimiranza, hai trasformato in una vera e propria attività. Amavamo ascoltare i tuoi racconti di come hai ottenuto il riconoscimento dal Sindaco per avere impiegato gratuitamente le ore di Cassa Integrazione della Motofides per il bene comune, creando una vera e propria squadra di lavoro che ha ripristinato alcuni Istituti Scolastici di Livorno.

Sei diventato inoltre Presidente dell’Associazione Invalidi Civili di Guerra, ma soprattutto ci hai insegnato i veri valori della vita… quelli che ormai sembrano retaggio di poche persone: l’onestà, la trasparenza, la forza d’animo, il rispetto in tutte le sue forme e soprattutto l’amore per la famiglia, il tuo grande orgoglio!

Sembra assurdo, lo abbiamo evitato in tutti i modi, eppure questa brutta bestia che è il Covid-19 ti ha infettato e ti ha portato via da noi… e la cosa straziante è che non abbiamo potuto starti vicino negli ultimi giorni, né darti l’ultimo saluto nel modo che avresti meritato. Resterà in tutti noi il tuo insegnamento: che la vita deve essere affrontata con coraggio e lealtà, con determinazione e amore, guardando a quello che abbiamo pur non trascurando gli obiettivi da raggiungere per il futuro, ignorando le cose futili e apprezzando quelle concrete e vere. Ciao Enzo!”

La tua Famiglia

Riproduzione riservata ©