Cerca nel quotidiano:


Ciao Andrea, sei sempre riuscito a tenerci tutti uniti. Sarai sempre con noi

Riceviamo e pubblichiamo una lettera di saluto che i compagni di classe di Andrea Matteucci hanno scritto all'amico prematuramente scomparso in seguito ad un tragico incidente stradale nella notte tra sabato 27 e domenica 28 giugno

Giovedì 2 Luglio 2020 — 12:26

Mediagallery

I compagni di classe: "Vogliamo ricordarti come un ragazzo pieno di speranza, di ambizioni e obiettivi, un ragazzo che non si fermava davanti ad un semplice ostacolo, lo abbatteva se necessario"

Riceviamo e pubblichiamo una lettera di saluto che i compagni di classe di Andrea Matteucci hanno scritto all’amico prematuramente scomparso in seguito ad un tragico incidente stradale nella notte tra sabato 27 e domenica 28 giugno.

Ecco il testo integrale della lettera:

“Quel 15 settembre 2017 per tutti noi è stato l’inizio di quello che sarebbe diventato un magnifico percorso, pieno di ostacoli e difficoltà ma anche di momenti bellissimi e indimenticabili.
In quella piccola aula del nostro primo anno di superiori la tua vita, Andrea, ha incontrato la nostra, cambiandola per sempre. Ancora non ci eravamo presentati, ma la tua vivacità si è subito distinta tra la massa, con le tue battute e la tua semplicità che ti ha da sempre reso unico. Durante questi anni ci sono state diverse divergenze e incomprensioni che grazie al tuo modo di vedere le cose sei sempre riuscito a tenerci uniti, a mettere fine alle incomprensioni ed a trovare una soluzione a tutti i problemi.
Ti vogliamo ricordare come un alunno con molte ambizioni, con la voglia di conoscere cose nuove e stare sempre tre passi davanti agli altri. Come un compagno che dava un tocco di vivacità alla classe e alle lezioni, che riusciva sempre ad aiutarci. Come un amico che sapeva tirare su il morale, che offriva una spalla su cui piangere o una mano afferrare nei momenti di difficoltà.
Vogliamo infine ricordarti come un ragazzo pieno di speranza, di ambizioni e obiettivi, un ragazzo che non si fermava davanti ad un semplice ostacolo, lo abbatteva se necessario. Nei nostri cuori e in classe ci sarà per sempre un posto per te, ti vogliamo bene Andrea”.

I tuoi compagni della 3ª M

Riproduzione riservata ©