Cerca nel quotidiano:

Condividi:

“Modì, i condomini lo cancelleranno”

Giovedì 22 Settembre 2016 — 08:25

Il dipinto sul muro verrà presto cancellato. Siete favorevoli o contrari a questa scelta?

Vi invio questa breve lettera che riguarda un fatto che ritengo significativo rispetto il rapporto contraddittorio esistente tra Modigliani e i suoi cittadini. Un amore odio che si ripete da sempre (clicca qui per tutti i dettagli sull’Open Day a Casa Modigliani in programma oggi, giovedì 22 settembre). Questa mia missiva vuole essere un piccolo contributo per ricordare un livornese “maledetto” purtroppo anche per i propri concittadini… Non ricordo esattamente quando è apparso con la sua aria furbetta e discreta a far capolino dall’angolo della casa dove abito.
Credo di non averlo notato subito, ma dopo un po’, infatti ci si può passare davanti diverse volte avvertendo solo la sensazione che “qualcuno” ti stia osservando, magari non sta guardando proprio te, forse è interessato alla vita della piazza Mazzini con i suoi locali e le persone che li frequentano oppure che semplicemente passano. Affacciato all’angolo del palazzo certo non si annoia, la piazza e la strada sono sempre animate a tutte le ore del giorno e perfino della notte.
Ad un certo punto però ci siamo proprio guardati:”Oh te.. cosa ci fai qui? ” – ho pensato.
A quel punto però era già diventato familiare inserito, proprio bene nel quartiere e nella vita sociale della piazza.
Ho pensato “ma guarda, qualcuno ha studiato con attenzione il luogo, deve aver pensato che quel punto di vista è assolutamente unico per vedere quel pezzo di mondo“. Poi si è procurato le tinte, il bianco e il nero, ha pianificato l’intervento, di notte mentre noi condomini del palazzo ronfavamo nei nostri letti. Eh.. voilà ! Una mattina l’opera era compiuta.
L’evento è eccezionale, un tesoretto di qualità umane a cui purtroppo non siamo abituati.
Esiste qualcuno che pensa, realizza e comunica in modo disinteressato e gratuito una parte di se, e poi non ci presenta il conto e neppure pretende di dare un significato preciso, anzi ci lascia liberi d’interpretare come meglio crediamo il senso della sua opera.
Grazie! Un regalo unico e originale.
I passanti abituali e i frequentatori della piazza cominciano a notarlo, qualcuno distrattamente, altri interrompono un attimo il corso dei propri pensieri per rispecchiargli un veloce sguardo interrogativo. Qualche turista più attento si ferma e fotografa colpito. L’opera non è riportata nelle guide. Deve aver funzionato il passaparola perché negli ultimi tempi si sono visti anche piccoli gruppi a intralciare l’angolo .Forse però è arrivato il momento di dirci “Addio! “.
Alcuni condomini preferiscono il muro tinto a nuovo e si sa in democrazia la maggioranza vince.
Nell’incertezza dell’esito della sentenza chi vuol vedere ancora Modì che fa capolino dall’angolo del palazzo si affretti a scattare qualche foto… alla memoria?

Anna Della Ragione

Condividi:

Riproduzione riservata ©