Cerca nel quotidiano:


Nido Colibri, l’appello dei genitori

sabato 09 Febbraio 2019 18:02

Il rappresentante di classe e presidente del Consiglio dei Servizi dell’Asilo Nido “il Colibrì” Alex Melani, denuncia le condizioni di emergenza in cui volge il centro d’infanzia. La carenza del personale destinato all’istruzione è un argomento già altamente discusso nella nostra città, ciò nonostante l’amministrazione continua a creare disservizi sottraendo ulteriori educatrici.
E’ quanto sta affrontando il Nido “il Colibrì” di via Giolitti a seguito del trasferimento improvviso di un’educatrice. Questa scelta ha costretto il poco personale rimanente ad un lavoro raddoppiato e più intenso, visto il fatto che l’amministrazione non ha provveduto ad una sostituzione della maestra. Siamo consci di quanta attenzione richiedono 50 bambini così piccoli e quanta mole di lavoro generano e ancor di più sono consce le maestre che non riescono a sopportare una situazione simile.
Ma sono i genitori quelli più indignati, affezionati allo staff e fedeli al percorso che hanno scelto di intraprendere insieme ai propri figli che trovandosi di fronte a queste problematiche, hanno deciso di creare un comitato a difesa del Nido, pronti a mettersi sul piede di guerra contro le decisioni delle amministrazioni.
Il Comitato “Difesa del Colibrì” vuole affrontare questa battaglia in quanto voce dei bambini e orecchie delle educatrici, chiedendo all’amministrazione comunale di risolvere quanto prima il disservizio assicurando un numerico di educatrici sufficienti a svolgere questo delicato compito. Il presidente Melani Alex rivolge un messaggio all’attenzione della vicesindaco Sorgente Stella. “L’efficienza e l’efficacia di un servizio come quello del nido d’infanzia – scrive Melani – costituisce la salda colonna per la crescita di un bambino, ma lo stress e i disagi causati dai disservizi come questo, potranno avere ripercussioni sui bambini. Bisogna anteporre l’importanza dei piccoli a qualsiasi altra cosa”.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.