Cerca nel quotidiano:


A pesca di notte: in 6 multati, via alle maxi sanzioni

Mare sicuro 2016: 6 persone sanzionate dalla Capitaneria di porto in attività notturna di polizia marittima. Multe per 4.500 euro e attrezzature sequestrate

Sabato 3 Settembre 2016 — 07:09

Mediagallery

Sono 6, tre pisani e tre livornesi, tutti tra i 39 e 42 anni, i pescatori dilettanti multati dalla Guardia costiera di Livorno in un’operazione notturna di polizia marittima effettuata nella zona di mare tra Calambrone e la foce del fiume Arno che ha portato al sequestro di 5 attrezzi da pesca e all’applicazione di sanzioni amministrative per complessivi 4.500 euro (due sub con fucile multati – clicca qui  e clicca qui per leggere il sub multato agli scogli piatti). Un natante da diporto con a bordo un livornese è stato sanzionato in prossimità del porto di Livorno perché navigava senza alcuna luce di segnalazione, con grave pericolo per la sicurezza del traffico marittimo. Stessa violazione, è stata accertata alla foce dell’Arno; protagonista un pescatore di Pisa. Sono stati sorpresi dalla motovedetta mentre si apprestavano a calare in mare dal proprio natante dei grossi rastrelli per telline, due Livornesi al traverso di Tirrenia. Gli attrezzi, destinati probabilmente ad essere trainati sul fondale sabbioso per il prelievo dei molluschi, capaci di creare un grave pregiudizio per le risorse ittiche, sono stati immediatamente sequestrati. Infine, due pisani sono stati fermati mentre svolgevano in orario notturno la pesca subacquea nella zona di mare sotto costa, poco a nord della foce dell’Arno. Sono 3, in questo caso i fucili subacquei sequestrati dai militari della Capitaneria.
Si ricorda che è completamente gratuito il numero telefonico 1530 della Guardia costiera, attivo su tutto il territorio nazionale, 24 ore su 24, che permette di contattare la Capitaneria di porto più vicina, per ricevere un’assistenza immediata in caso di emergenza in mare.

Riproduzione riservata ©

14 commenti

 
  1. # carlo

    Sarebbe auspicabile che questi servizi proseguissero anche quando l’estate finisce.
    Per vedere barche, prevalentemente con lo scafo scuro, che di notte calano palamiti se non addirittura reti dentro il porto o pescherecci a strascico troppo vicini alla costa basta l’occhio umano, figuriamoci se con gli strumenti a disposizione della Capitaneria non sono in grado di fare interrompere questa continua depredazione.
    Basterebbe solo volerlo.

    1. # roberto5

      quelle persone che dici tu …pescano con i palamiti dentro il porto industriale e usano una barchetta con lo scafo nero , ci sono quasi tutte le notti e tutti lo sanno ma sono persone che non hanno nulla da perdere fermate dalla capitaneria un milione di volte come quei pescatori con lenza che pescano al varco vallessini vicino a un noto cantiere nautico e addirittura vicino a un fognone a cielo aperto dove migliaia di muggini di grossa taglia si nutrono dei microorganismi della fogna . questi signori pescano quasi tutte le mattine, la capitaneria fa quello che può e addirittura il pesce pescato nella zona del fognone viene rivenduto chissà dove….però sicuramente con la scitta nostrale…effettivamente è pescato a livorno

  2. # ema

    Tutto giusto,che vadano però a multare anche tutti i vecchietti che pescano con la canna in mezzo ai bagnanti,la legge vale anche per loro!!!

    1. # ostrica

      Ma perchè, i bimbi piccoli che raccolgono mitili per gioco allora quelli non li multiamo?

  3. # gionata

    Sono uno dei multati, 4 nicchi di re, 2 boccacce e 3 sarpe mi son costate 950 euro !!!
    quanti bei 5 e 5 da gagarin ci mangiavo !

    1. # Luigi Corti

      Chi è causa dei suoi mal pianga se stesso.

    2. # roberto5

      sicuramente non sei uno di quei pescatori multati perchè i nicchi di re di notte sono in tana come le boccacce mentre le salpe vanno al largo è sono difficilissime da catturare con il fucile…sono un pescasub esperto ..queste cosa non le raccontare..saluti

  4. # John

    Ora vedrai ni passano le ruzze.

    Trovatevi un altro passatempo, che non comporti l’uccisione di pesci o animali, già siamo agli sgoccioli….

  5. # roberto5

    la pescasub è uno sport non un passatempo , ci sono agonisti mondiali e livorno è una città dove sono cresciuti agonisti a livello mondiale. la pesca subaquea è discriminata a Livorno, in Meloria possono pescare tutti con tutti i tipi di pesca mentre solo la pescasub è vietata , è una pesca molto selettiva al contrario della maggior parte di altri modi di pescare, moltissime persone pensano che la pescasub si faccia con le bombole ma non sanno che è vietatissimo come pescare di notte, la pescasub fatta nelle ore diurne è il massimo dello sport, come già detto molto selettiva , pensiamo che il pescatore è in apnea … e spara a pesci di taglia…non confondiamo il pescasub dilettante che spara ai nicchi di re… se spara a pesci piccoli è al livello di un pescatore con lenza o canna non è un mostro è solo un principiante, che dire allora delle centinaia di pescatori con canna che ai piloti prendono oratine di un etto o anche meno?

    1. # Danius

      Roberto, non discriminiamo neanche i pescatori sportivi con canna..i dilettanti sono da entrambe le parti e non é gentile assimilare i dilettanti sub ai pescatori con canna senza discriminanti

      1. # roberto5

        caro Danius non mi sarei mai permesso di fare un’osservazione del genere ..osservazione non discriminazione. io stesso sono stato pescatore di canna dalla banchina e ho anche vinto dei tornei .poi affascinato dalla bellezza sottomarina ho iniziato la pescasub e capisco il neofita che con la canna pesca il pesciolino e va a casa contento . anch’io lo sono stato , ma purtroppo proprio l’altra settimana. proprio ai piloti due pescatori di una certa età prima l’uno e poi l’altro hanno preso due piccolissime oratine saranno state si e no un’etto e mezzo l’una. mi sono avvicinato e cortesemente gli ho detto ..le ributtate in mare vero? sai cosa mi hanno risposto questi pescatori che avevano 3 canne da trecento euro a testa? ( e son gobbe per la minestra )
        lascio a te ogni commento….

        1. # Danius

          Prendere come esempio i pescatori dei piloti ed equipararli ai pescatori con canna rimane sempre una denigrazione causa di bassa conoscenza del mondo della pesca..dovrei quindi dire che tutti i pescasub sono tali e quali a quelli dell’articolo? Sono tutti uguali ai bimbetti che sparano ai muggini dal basso verso l’alto in agosto a 10 metri da riva? Io sono un agonista e ti posso dire che la pesca con canna da riva é estremamente onesta e sportiva e non solo considerando il fatto che i pesci vengono rilasciati dopo ogni gara di pesca con canna da riva..nella oesca ogni settore ha le sue mele marce, non per questo bisogna discriminare..

  6. # vero

    eccesso di zelo è sempre deleterio. Cum grano salis….

  7. # Lore

    Inutile multare 6 pescatori sportivi quando permetti ai professionisti che calano le reti di fare stragi e distruggere il fondale, credo che la capitaneria per certa gente chiuda un po troppo gli occhi. Li ho chiamati più di una volta per fare segnalazioni a Livorno e Castiglione ma non è servito a niente…