Cerca nel quotidiano:


All’interno della concessionaria in via da Vinci

Salvo e il figlio Carlo mentre portano fuori dal salone le moto danneggiate: "Grazie di cuore a chi è intervenuto e ai nostri dipendenti. A giorni contiamo di riaprire alla vendita"

Mercoledì 16 Marzo 2022 — 12:21

Mediagallery

“Ringraziamo i vigili del fuoco e tutte le forze di polizia intervenute ieri (15 marzo, ndr). E un ringraziamento anche a tutti i nostri dipendenti che ci stanno dando una mano a ripartire. Contiamo già a giorni di riaprire alla vendita”. Salvo e il figlio Carlo (nella foto, che ringraziamo pubblicamente per averci permesso di girare il video guarda qui) li incontriamo nel salone della concessionaria Honda in via da Vinci, il 16 marzo, all’indomani di quanto accaduto il 15 marzo quando una cisterna in transito si è rovesciata distruggendo la vetrata del negozio, mentre stando attentissimi a non scivolare per via del liquido (mosto d’uva) presente sul pavimento portano fuori le moto. Il bilancio provvisorio: “Sono almeno 15 le moto tra nuovo e usato rimaste sotto le macerie – spiega Carlo – Una stima? Al momento non possiamo farla. Parliamo di migliaia di euro di danni”. Lasciamo Carlo lavorare e giriamo il video all’interno della concessionaria mentre all’esterno la polizia municipale garantisce la chiusura di via da Vinci (nel pomeriggio del 16 marzo dovrebbe riaprire) e i tecnici di Labromare e Ecoflash sono al lavoro per pulire la strada dal mosto.

Riproduzione riservata ©