Cerca nel quotidiano:


“C’è una bomba in banca”. Verifiche concluse: falso allarme

Una telefonata anonima, maschile, arrivata al 113 ha avvisato di un probabile ordigno nella CR Firenze di via Cairoli. I militari guidati dal comandante Marco Saccà non hanno rinvenuto oggetti sospetti

mercoledì 07 Agosto 2019 14:18

Mediagallery

Una telefonata anonima, con voce maschile, arrivata al 113 intorno alle 10,30 di mercoledì 7 agosto, ha avvisato di un probabile ordigno piazzato all’interno dell’istituto di credito Intesa San Paolo di via Cairoli (ex Cassa di Risparmi di Firenze, come reca ancora l’insegna fuori) a pochi metri di distanza dal palazzo delle poste centrali che proprio il 6 agosto è stato teatro di un episodio analogo con una bottiglietta sospetta fatta brillare dagli artificieri (clicca qui per leggere la notizia).
Subito sul posto sono arrivate due pattuglie dei carabinieri, la municipale, due volanti della polizia di Stato e il questore Lorenzo Suraci che stava transitando proprio in quegli istanti nei pressi della banca.
I carabinieri hanno fatto evacuare la struttura e hanno poi effettuato il sopralluogo con l’ausilio dei cani anti esplosivo giunti dal reparto di Firenze alle 13,15. Le ricerche hanno dato esito negativo: i militari guidati dal comandante Marco Saccà non hanno rinvenuto oggetti sospetti. Chiuso al traffico, da piazza Cavour, il tratto di strada interessato durante le verifiche. Verifiche terminate intorno alle 14. Intorno alla banca sono stati posizionati i nastri bianchi e rossi per impedire l’avvicinamento ai pedoni e ai mezzi in transito.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.