Cerca nel quotidiano:


Sei etti di marijuana nell’armadio: arrestato 25enne livornese

Il sequestro operato dai finanzieri di circa 600 grammi di droga ha evitato che lo stupefacente venisse spacciato nel centro livornese per il presumibile consumo anche da parte di giovanissimi

Venerdì 2 Febbraio 2018 — 08:56

Mediagallery

Un giovane livornese venticinquenne è stato arrestato nella tarda serata di mercoledì scorso dalle Fiamme Gialle del comando provinciale di Livorno, sempre attive nel contrastare lo spaccio e la microcriminalità nel centro ed, in particolare, nelle aree vicine a piazza Garibaldi (clicca qui – pattuglia fissa della municipale nelle aree a rischio) anche in risposta alle esigenze di sicurezza espresse dai residenti.

Nella serata del 31 gennaio, infatti, i finanzieri del 1° nucleo operativo del gruppo di Livorno sono venuti a conoscenza di un possibile occultamento, da parte del giovane all’interno dell’appartamento dove abitava vicino a piazza della Repubblica, di un consistente quantitativo di stupefacente. La successiva ed immediata perquisizione domiciliare ha così permesso ai militari di individuare e sequestrare, abilmente occultati in un armadio, circa sei etti di marijuana, divisi in tre voluminose confezioni, nonché un bilancino di precisione, oltre a tremila euro in contanti che, anche per il taglio delle banconote (da 5, 10, 20 e 50 euro), è apparso intuibilmente il ricavato di precedenti cessioni di stupefacenti a clienti.

I finanzieri – informato il magistrato di turno della Procura della Repubblica di Livorno, il pm Massimo Mannucci, e considerata l’entità della sostanza e dell’altro materiale rinvenuto nonché l’ammontare del contante (nonostante il giovane risultasse inoccupato e nullatenente) – hanno proceduto all’arresto del 25enne che è stato poi posto in regime di detenzione domiciliare.

Il sequestro operato ha così evitato che lo stupefacente venisse spacciato nel centro livornese per il presumibile consumo anche da parte di giovanissimi.

Riproduzione riservata ©

36 commenti

 
  1. # EazyEd

    Ma la smettete di urlare queste notizie. Come se fosse stata sventata un’organizzazione criminale; la marijuana è legale in moltissimi paesi del mondo libero e prima o poi lo sarà anche in Italia. Le forze dell’ordine faranno anche il loro lavoro, voi provate a fare più dignitosamente il vostro.

    1. # Biagio

      E nel frattempo che diventi legale, perché in Italia non lo è ( hai voglia a parlare di altri paesi ), dobbiate assistere al degrado che lo spaccio comporta ? Io ci abito lì, e ti assicuro che non è un bel vedere .

    2. # Giovanni

      Ma che discorso è???
      Che sia legale in molti paesi del mondo, nessuno lo mette in dubbio, ma è altrettanto vero che nel nostro paese per ora è reato lo spaccio di sostanza stupefacente.
      Quindi, fanno bene i giornali a pubblicare le notizie che succedono in città, e peccato tutti quelli che non beccano.

      1. # diode

        io da consumatore di cannabis non mi trovo d’accordo. per colpa di questa legge proibizionista, inutile e dannosa dovrei stare ad aspettare che lo stato bigotto si svegli? NO, disubbidisco, sono costretto ad infrangere la legge, non sono un criminale, è la legge che è criminogena

    3. # 0586

      mi fai ridere EAZYED…..spero che tu stia scherzando con i tuoi discorsi !Cambia nazione dai retta ……

    4. # compAgno

      Concordo il reato non esiste!!

    5. # Gran Turco

      La lingua batte dove il dente duole???!!!

  2. # Andrea

    la cantava anche Massimo Ranieri, erba di casa mia!

  3. # marco

    il colpo del secolo……ahahaha

  4. # FRANCESCA

    Legalizzate le droghe leggere e ne eliminerete lo spaccio….controllate chi vende droghe pesanti…quella uccide no la marijuana.

  5. # Livorno

    marijuana??..ma piantatela!!

  6. # Arbe

    Ne “arrestate” 1? Ce ne sono 100 pronti a sostituirlo.
    La storia insegna che il proibizionismo in passato ha sempre fallito, così come le politiche repressive.
    Questo è un dato di fatto. Dagli anni ’20 ad oggi infatti, non ha mai eliminato alcun “mercato” ritenuto illecito e non ha mai abbassato il numero di persone che a quei mercati si sono rivolti, ma anzi, in certi casi ha sortito proprio l’effetto contrario.
    Posso capire che per voi è un buon modo per “battere cassa” ma la vostra è una battaglia persa in partenza.
    Continuate pure a promuovere la vostra politica priva di ogni raziocinio e contraria ad ogni tendenza europea e mondiale.
    Italia, sempre 2 o 3 passi indietro.
    In bocca al lupo al 25enne che probabilmente si trova in questa situazione anche grazie ad una città che ha veramente poco da offrire quanto ad alternative di lavoro.
    Se inoccupato e nullatenente potrebbe avere i requisiti per richiedere il patrocino a spese dello Stato.

    Relazione annuale Direzione Nazionale Antimafia 2014: «Senza alcun pregiudizio ideologico, proibizionista o antiproibizionista che sia, si ha il dovere di evidenziare che, oggettivamente, e nonostante il massimo sforzo profuso dal sistema nel contrasto alla diffusione dei cannabinoidi, si deve registrare il totale fallimento dell’azione repressiva» o meglio «degli effetti di quest’ultima sulla diffusione dello stupefacente in questione».

    1. # 0586

      bel commento anche il tuo….riapriamo le case chiuse (come ha promesso Salvigno in campagna elettorale)…..liberaziamo droghe…….liberaliziamo la vendita di armi…….poi…???? Ma falla finita per favore!!!!

      1. # Arbe

        Classico discorso qualunquista.
        In questo caso specifico parliamo di Cannabis e derivati. Che c’entrano le armi? Che c’entra la prostituzione?

      2. # diode

        prova ad aprire gli occhi. La marijuana viene usata da 12000anni (questi i resti più datati ritrovati, in Italia oltretutto), il consumo non diminuisce, qualsiasi tentativo di proibirla è sempre fallito, con enorme spreco di energia e denaro. vediamo invece che i paesi dove hanno regolamentato questo mercato hanno avuto risultati positivi eccezionali. Se siete ignoranti, o documentatevi o state zitti.

        1. # Stoca

          Infatti i paesi che l’hanno regolamentata non hanno lo stato che la fa girare e oltretutto fanno anche finta di lottare contro lo spaccio.
          Sono cose assurde andate a prendere quelli che evadono,molestano o truffano..ah no e vero quelli sono i capi della nostra Italia.
          Tristezza a palate.

  7. # Davide

    Buffoni! Continuate a pensare a ste cavolate invece di pensare alle cose serie!! Ci sono spacciatori a ogni angolo di strada a vendere eroina e voi pensate a chi fuma na pianta. Buuu.

    1. # Arfio

      Allora non lamentatevi se il servizio in città non viene fatto dalle forze dell’ordine.
      Non è giusto che vadano a cercare sempre quelle persone che fanno l’Isee falso o il gratuito patrocinio per non pagare le spese legali per il divorzio.
      Siete tutti bravi a criticare, senza rendervi conto di cosa c’è dietro al mercato degli stupefacenti, sia pesanti che leggeri. Basta girare la città per vedere quanti fannulloni ci sono, ben vestiti e curati, senza mai aver fatto una giornata di lavoro.

  8. # Francesco

    Ma piantiamola!

  9. # Diode

    Marijuana legale e regolamentata, lo chiedono gli italiani. Basta con questa repressione.

    1. # E basta

      Lo chiedi tu. Non parlare anche a nome mio. Grazie

      1. # diode

        lo chiedo anche per te, ti faccio un favore visto che da solo non ci arrivi

        1. # E basta

          L’umiltà non te l’hanno proprio insegnata eh.. Appena appena presuntuoso..

  10. # frangiac

    ma basta !!! tutte le erbe se fumate sono nocive alla salute

  11. # ElMoroSchietto

    Ancora una volta l’Italia dimostra quanto sia indietro politicamente perché legalizzando la marijuana lo stato incasserebbe miliardi ( dimostrato ), la criminalità potrebbe essere decimata notevolmente ed il partito che sosterrebbe questa iniziativa, con molti altri interventi sociali necessari, vincerebbe sicuramente le prossime politiche 2018 a mani basse. “Politiciiiii” io ci penserei invece di pensare sempre ai muri o duri.

    1. # Franz

      Vuoi dire che la maggioranza degli elettori fuma marijuana?… Ma non e’ pieno di gente che non arriva alla fine del mese e che fruga nei resti del mercato?

      1. # ElMoroSchietto

        No Franz, scusa se ti rispondo un po’ in ritardo ma io non ho considerato, scrivendo, che la maggioranza degli elettori potrebbe fumare marijuana ma, secondo il mio pensare, un passo del genere ( anche per chi non la fuma come me ) potrebbe ” risolvere ” una piaga diventata incomprensibile, costosa per la comunità e distruttiva a chi pensa di fare soldi facili spacciandola a dosi. Riguardo il secondo punto che tu scrivi ( in parole spicciole: ” I Poveri dell’attualità ” che… ) questa legalizzazione potrebbe essere ” un’alternativa per ( come la vendita dei tabacchi, etc… ) risolvere veramente il problema lavoro ormai diventato un cancro, investendo con i ricavati. Poi se la legalizzazione ( come legge ) non desse esiti positivi come alternativa, considerato un tempo di prova, la si può cancellare come tante altre si dovrebbe fare per questo paese ma il problema è che non c’è ( considerando la nostra politica attuale )
        nessuno che ci mette la faccia ( immagina il disagio di queste brave persone ) e questo, ad oggi, non
        lo si può definire come un ” problema o soluzione ” però ti ricordo una vecchia pubblicità che diceva: ” Provare per credere ” ed a te auguro una buona giornata come tante altre ancora, ciao.

  12. # marco

    perfettamente d’accordo, stesso discorso per la prostituzione, se fosse legale e lo stato si facesse pagare le tasse ALTRO CHE LEGGE FORNERO……e l’ora di finiamola con questa ipocrisia e finto perbenismo …..

  13. # Marco

    Mai legalizzare la droga, non vogliamo una società di tossici

    1. # diode

      adesso la droga è completamente libera, se viene regolamentata si può fare un controllo su uso ed abuso ed avere così una decrescita dei consumatori. Non sono teorie, è quello che avviene nei paesi che hanno intrapreso questa strada.

  14. # frangiac

    Anche i tabaccai che vendono sigarette spacciano droga

  15. # Bonjo

    Di tabacco si muore….. Di marijuana no

  16. # Stella

    Non bevo, e non fumo niente, né legale né illegale. Se liberalizzassero la vendita della marijuana, non la fumerei lo stesso, come ho fatto finora. Questo per dire che se uno vuole fumare, il sistema lo trova, e se uno non vuole fumare, potrebbe trovare spinelli nelle tabaccherie, e li lascerebbe sullo scaffale… Io la legalizzerei, per togliere soldi e affari alla malavita. E poi, del resto lo Stato è già spacciatore, visto che vende tabacchi e alcolici, che danno assuefazione e fanno male! Quanto all’idea di riaprire le case chiuse, da donna sono d’accordo e dico: meglio una cooperativa di donne che fanno quel mestiere per loro libera scelta, al caldo e al riparo, con dei buttafuori che le salvaguardino da clienti svitati, e che si dividono i guadagni senza essere sfruttare dai “papponi”, e pagano le loro regolari tasse, piuttosto che lo schifo che c’è ora!

  17. # LoBe1975

    Volevo far presente che a questo giro si tratta di un Livornese e non di uno Straniero.
    Se fosse stato uno Straniero i commenti razzisti si sarebbero sprecati, invece in questo caso tutta filosofia su cosa fa bene e cosa fa male, su cosa legalizzare e non..un po’ di coerenza.
    Comunque sia, bene i controlli e pene più severe per tutti.

    1. # E basta

      Guarda che nessuno dice che gli italiani siano migliori degli stranieri. Ci mancherebbe. E che, appunto, di delinquenti ne abbiamo già tanti in casa. Importarli mi pare troppo

  18. # Boiade

    Sapete perchP non sarà mai legale o per lo meno in parte…l’uso della cannabis?
    Non perché sia pericolosa o fa male….e via dicendo…ma solo per il fatto che con quella pianta si possono essere fatte milioni di cose…tra cui vestiti e carburante ecologico per le vetture. Non escludo medicinali e cibi….

    Quante grandi aziende chiuderebbero?