Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Forzano la porta e entrano in una casa, poi la fuga. Arrestate

Martedì 16 Agosto 2022 — 19:36

Divieto d'allontanamento dal Comune e obbligo di permanenza nella dimora dalle 21 alle 8 è la doppia misura decisa dal giudice per due rom arrestate dalla squadra volante. Il dirigente Falciola: "L'arresto frutto dell'intensificazione dei controlli contro i reati predatori. La misura è articolata ma rappresenta uno strumento da tenere in considerazione nei confronti di questi soggetti"

Divieto d’allontanamento dal Comune e obbligo di permanenza nella dimora dalle 21 alle 8 è la doppia misura decisa dal giudice, a seguito della convalida dell’arresto, per due rom arrestate dalla squadra volante, guidata dal dirigente vice questore Francesco Falciola, con le accuse di tentata rapina impropria e porto abusivo di oggetti atti ad offendere quale un cacciavite. “L’arresto – spiega il dottor Falciola – è il frutto dell’intensificazione di una attività di prevenzione e azione da parte della polizia contro i reati predatori (scippi, furti con destrezza, rapine), in particolare in questo periodo di ferie e festività del Ferragosto, con l’aumento delle pattuglie sul territorio”. Le due donne, entrambe incinta, sono state intercettate e fermate in flagranza dalla squadra volante domenica 14 agosto pomeriggio dopo che con un cacciavite erano riuscite a forzare la porta di una abitazione in centro e ad entrare. L’anziana proprietaria di casa in quel momento stava dormendo, le successive grida di aiuto della vittima hanno messo in fuga le due donne che, intercettate da alcuni condomini richiamati dal trambusto, hanno cercato di agevolarsi la fuga con il cacciavite stesso. “Nel corso della mattina della stessa giornata – prosegue Falciola – avevamo fermato altre due donne rom in via Grande e quindi si era venuta a creare nel corso della giornata una situazione di allerta che ha portato nel pomeriggio a fermare altre due rom e in questo caso ad arrestarle”. Portate in questura, grazie al fotosegnalamento, è emerso che erano maggiorenni da poco. “Fossero state minorenni – conclude il capo delle Volanti – assai verosimilmente non avremmo potuto ottenere una misura gravosa di questo tipo che per questo genere di soggetti fermati, sebbene sia articolato, rappresenta uno strumento da tenere in considerazione. La mattina del 17 agosto quindi scatterà per loro l’obbligo di presentarsi al comando dei carabinieri competente del luogo in cui intenderanno essere soggette al provvedimento di divieto d’allontanamento dal Comune e di obbligo di permanenza nella dimora dalle 21 alle 8. In caso di inottemperanza potrà essere valutata una misura più ancora gravosa”.

Condividi:

Riproduzione riservata ©