Cerca nel quotidiano:


La polizia in campo per maxi controlli notturni

Al termine delle operazioni le donne e gli uomini messi in campo dalla questura hanno identificato 31 persone di cui 20 con precedenti di polizia. Sono stati due i veicoli controllati e 4 denunce per reati in materia di immigrazione. Controlli anche nei locali della zona Repubblica

Venerdì 5 Novembre 2021 — 10:48

Mediagallery

Nella serata di giovedì 4 novembre dalle 19 in poi si è svolta un’intensa attività di controllo straordinario del territorio, diretta dal vice questore aggiunto Claudio Cappelli. Al termine delle operazioni le donne e gli uomini messi in campo dalla questura hanno identificato 31 persone di cui 20 con precedenti di polizia. Sono stati due i veicoli controllati e 4 denunce per reati in materia di immigrazione tra cui una a carico di un cittadino tunisino, domiciliato a Bergamo, per la rissa occorsa nella serata del 15 settembre 2021 in via Buontalenti.
Effettuate anche 3 perquisizioni personali che hanno dato esito negativo e messi a registro 4 fermi per identificazione a carico di  altrettanti nordafricani i quali sono stati messi a disposizione dell’ufficio immigrazione per l’avvio dell’iter espulsivo.
Infine la polizia ha effettuato anche 3 controlli all’interno di altrettanti locali pubblici della zona. Prolungata quindi l’attività di prevenzione e di visibilità in zona Repubblica tra cui la stessa piazza della Repubblica, via Buontalenti, piazza XX Settembre, piazza Garibaldi, piazza dei Mille, via della Pina d’Oro e via Grande.
Nella giornata di giovedì 4 novembre poi l’Ufficio Immigrazione ha proceduto all’atto della scarcerazione di un pericoloso tunisino condannato ad oltre 16 anni di reclusione per omicidio volontario con la cura dell’iter espulsivo per l’  accompagnamento coatto al Centro di Permanenza per il Rimpatrio (CPR) di Torino.
Nella notte tra giovedì 4 e venerdì 5 novembre le donne e gli uomini dell’Ufficio Prevenzione Generale sono intervenuti in via Donnini per un sinistro stradale, in cui un cittadino nordafircano dell’86 era stato poco prima vittima di una rapina con un probabile coltello ed asportato la somma di 20 euro.

Riproduzione riservata ©