Cerca nel quotidiano:


Lite e botte nel locale: scatta la sospensione della licenza per 7 giorni

Il locale oggetto del provvedimento, secondo quanto si legge nel comunicato stampa inviato dalla questura alle redazioni, sarebbe stato teatro di un’accesa lite, degenerata in una colluttazione, avvenuta tra due cittadini peruviani nel pomeriggio del 19 settembre

Venerdì 24 Settembre 2021 — 18:30

Mediagallery

A seguito dell’intensa e continua attività di controllo eseguita nella giornata di giovedì 23 settembre (clicca qui per leggere il comunicato stampa con tutti i risultati ottenuti dalla polizia) il questore Massucci (nella foto in pagina), come si legge in una nota stampa inviata alle redazioni dalla questura nel pomeriggio di venerdì 24 settembre corredata dalla foto dei due poliziotti che appongono il cartello, ha disposto la sospensione, ai sensi dell’art. 100 tulps, della licenza di un bar in zona Repubblica, per la durata di sette giorni.

Il locale, secondo quanto si legge nel comunicato stampa, sarebbe stato teatro di un’accesa lite, degenerata in una colluttazione, avvenuta tra due cittadini peruviani nel pomeriggio del 19 settembre rilevata dalla volante in transito nell’indifferenza generale in cui nessuno ha chiesto l’intervento delle forze dell’ordine.

Il provvedimento è stato adottato a seguito dei numerosi controlli effettuati da parte delle forze di polizia che, tra gli avventori del locale, hanno più volte identificato, diversi pluripregiudicati, prevalentemente per reati contro il patrimonio e la persona nonché in materia di sostanze stupefacenti, o connessi all’abuso di sostanze alcoliche.

In considerazione dell’accertata abituale frequentazione di persone pregiudicate, la cui aggregazione contribuisce ad aggravare le condizioni di degrado generale di quella zona è stato ritenuto che il citato bar costituisca pericolo per l’ordine e la sicurezza pubblica.

Pertanto, la polizia ha deciso di adottare la sospensione della licenza, come previsto dall’art. 100 del testo unico leggi pubblica sicurezza, la cui finalità è di tipo cautelare, essendo volta ad eliminare, in via preventiva, possibili situazioni di pericolo per l’ordine e la sicurezza pubblica, anche per il futuro.

Questo provvedimento restrittivo si va ad aggiungere alle altre misure adottate dal questore, nell’ambito dell’intensificazione delle attività di controllo e di prevenzione nelle zone di via Buontalenti, piazza della Repubblica e piazza Garibaldi.

Riproduzione riservata ©