Cerca nel quotidiano:


E’ paura scippi: ecco il quarto in 5 giorni

L'identikit è quello che fa risalire al probabile autore dei primi scippi: alto, castano e riccioluto, con casco in testa e un giacchetto bianco indosso

Domenica 9 Ottobre 2016 — 08:09

Mediagallery

Non finisce l’ondata di scippi che è iniziata mercoledì in tarda serata in zona Fabbricotti. Da quella data praticamente un colpo al giorno. Sabato mattina sembrava che il capitolo fosse stato chiuso con l’arresto di un nordafricano che aveva rubato, strattonando violentemente la sua vittima, un portafoglio al mercato centrale a una signora. Ma non è così. Nel tardo pomeriggio di sabato 8 ottobre, tra le 18,30 e le 18,45, un giovane di età compresa tra i 25 e 30 anni è stato il protagonista dell’ennesimo furto. Stavolta la vittima è una donna di mezza età che stava rincasando a bordo della sua bicicletta. La signora aveva riposto la borsa nel cestello davanti al manubrio del mezzo a due ruote in via Ebat all’angolo con via Montebello.
Il malvivente le si è avvicinato e le ha sottratto la borsa con un gesto repentino affiancandola con uno scooter. All’interno della borsa alcune banconote, i documenti, le chiavi dell’auto, quelle di casa e le carte di credito. Per fortuna la donna è riuscita a non cadere dalla bicicletta e, a parte lo sconforto e lo spavento, non ha riportato nessuna ferita.
Sul posto gli agenti della polizia che hanno ascoltato la versione della vittima e l’hanno invitata a sporgere denuncia. L’identikit è quello che fa risalire al probabile autore dei primi scippi: alto, castano e riccioluto, spesso agisce con casco in testa dal quale scendono giù i riccioli folti, e con un giacchetto bianco indosso. Lo scippatore è poi fuggito in direzione mare.

Riproduzione riservata ©

2 commenti

 
  1. # Carlo

    manca la presenza delle forze dell’ ordine sul territorio !!! vorrei strade e quartieri con almeno 2 vigili, poliziotti o militari.. a cui fare riferimento. Siamo abbandonati in questo deserto urbano…

  2. # orabasta

    MA TUTTE LE TELECAMERE??? NON è CHE SI DISSOLVE!!!