Cerca nel quotidiano:


Ripresi mentre vendono la refurtiva: tre denunciati

Tre ventenni sono stati sorpresi dalle telecamere di un minimarket mentre cercavano di rivendere la refurtiva di due colpi messi a segno: uno in un ufficio comunale, l'altro alla Bodeguita

Giovedì 16 Febbraio 2017 — 15:16

Mediagallery

ricordiamo che la nostra volontà è quella di essere una “piazza” civile in cui poter accedere e lasciare il proprio commento, anche pepato. Tuttavia, non possiamo tollerare eccessi verbali, né commenti che possano dare adito a strumentalizzazioni (clicca qui). 

Il 14 febbraio, la polizia è riuscita a rinvenire il bottino di due furti, avvenuti nella notte tra il 13 ed il 14, nei locali degli uffici comunali deputati alla gestione degli asili nidi di via delle Acciughe 5, e alla “La Bodeguita”. In tutto sono stati denunciati tre ventenni pluripregiudicati (S.Q.W., S.E., S.L.) per ricettazione in concorso nonché un altro uomo (N.M.) per il reato di spaccio di sostanza stupefacente.
In particolare, N.M. è stato sorpreso all’interno della Fortezza Vecchia mentre spacciava 30 grammi di hashish a S.Q.W. Il primo è stato perquisito e addosso gli sono stati trovati ulteriori 2,47 grammi di hashish, oltre a 65 euro in banconote di piccolo taglio. I poliziotti poi si sono recati a casa del malvivente dove hanno rinvenuto altri 330 euro, frutto dell’attività di spaccio dell’uomo. S.Q.W. è stato inoltre trovato in possesso di un telefono cellulare, di due voucher con intestazione “La Bodeguita” e di 290,35 euro in banconote e monete di vario taglio, tutti beni che sono risultati esser stati trafugati nella precedente nottata al ristorante.

Nel corso del medesimo controllo, S.E. è trovato in possesso di un coltello a serramanico, di cui non sapeva fornire spiegazione e per il quale è stato denunciato anche per porto abusivo di arma, nonché di una fotocamera digitale che dalle immagini in memoria si accertava esser stata rubata nella notte in uffici pubblici del Comune di Livorno. All’interno del domicilio di S.L. invece è stato trovato un monitor tv da 40’’, asportato dal ristorante “La Bodeguita”, nonché di pc e una macchina fotografica di proprietà del locale. Dall’acquisizione delle telecamere di videosorveglianza interne ad un minimarket di via della Pina d’Oro è emerso inoltre che S.Q.W. ed i cugini S.E. e S.L., nella mattinata del 14 febbraio, hanno venduto parte dei beni oggetto dei due furti appena avvenuti nella precedente nottata. La refurtiva è stata riconosciuta e restituita ai legittimi proprietari.

Riproduzione riservata ©

4 commenti

 
  1. # Alla frutta

    SARANNO GIA’ A CASA. BASTA NON FARE SGARRI A EQUITALIA O AGENZIA DELLE ENTRATE POI IN ITALIA PUOI FARE COSA TI PARE

    1. # Sandro

      …. E LE BANCHE……………..

  2. # Awanagana

    Come mai per certe notizie, di chi commette reati, si mette nome, cognome, ambito lavorativo, foto, video e per altri no?… è una curiosità, senza polemica

  3. # ALF

    Fatemi capire. Questi rubano e poi vanno a vendere la refurtiva in un minimarket dove, oltretutto sono installate delle telecamere?