Cerca nel quotidiano:


Segnalano lo spaccio con l’App della questura: scatta il blitz. Droga in bocca: arrestato

Arrestati due cittadini extracomunitari processati per direttissima e sottoposti all’obbligo di presentazione quotidiana alla polizia giudiziaria. In loro possesso 24 grammi di droga già pronta per essere venduta

giovedì 22 novembre 2018 12:12

Mediagallery

La squadra mobile ha arrestato due extracomunitari di origine africana, indagandone un terzo a piede libero, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente pronta per essere venduta sul mercato cittadino (clicca qui – Nasconde la droga in bocca: arrestato).
La segnalazione è giunta agli uffici della questura tramite l’applicazione da scaricare sui dispositivi mobili “YouPol”, sistema con il quale i cittadini residenti di via del Leone hanno segnalato strani movimenti di numerosi stranieri alloggiati abusivamente all’interno di un fondo nella strada.
Dopo alcuni servizi di controllo ed osservazione, la mobile ha deciso di fare irruzione all’interno del locale dove sono stati identificati sei cittadini extracomunitari, tre dei quali in possesso di sostanza stupefacente per un totale di 24 grammi di droga, tra cocaina ed eroina. A parte una quantità di sostanza stupefacente ancora da “tagliare”, il resto era già confezionato in 23 “palline” pronte per essere vendute.
All’interno dell’immobile è stata trovata anche sostanza per “tagliare” la droga e il materiale per il confezionamento, oltre a denaro di piccolo taglio, ritenuto frutto dell’attività di spaccio. I due arrestati, giudicati per direttissima, sono stati sottoposti all’obbligo di presentazione quotidiana alla polizia giudiziaria.

Riproduzione riservata ©

5 commenti

 
  1. # Grazie

    Grazie alle forze dell’ordine, speriamo sia la volta buona.

  2. # Geppetto

    Bene a sapere di questa nuova app ora si che si può collaborare con le forze dell’ordine e siamo pregati noi cittadini a collaborare per avere una città più sicura.

  3. # Mario

    Ben fatto… la Polizia fa anche troppo… il problema sono state le politiche migratorie sbagliate che si sono susseguite negli ultimi anni e delle leggi poco efficaci…

    1. # Albero

      Infatti negli anni 70 – 80 – 90 non c’erano le droghe….
      Purtroppo per le forze dell’ordine è una battaglia persa in partenza. La storia dovrebbe insegnare che ogni forma di proibizionismo in passato ha sempre fallito e continuerà a farlo.
      Le droghe esistono da quando esiste l’uomo, fatevene una ragione.
      “Davanti a questo quadro, che evidenzia l’oggettiva inadeguatezza di ogni sforzo repressivo, spetterà al legislatore valutare se, in un contesto di più ampio respiro (ipotizziamo, almeno, europeo, in quanto parliamo di un mercato oramai unitario anche nel settore degli stupefacenti) sia opportuna una depenalizzazione della materia.”
      Direzione Nazionale Antimafia.

  4. # Matteo Bio

    A chi e dove bisogna rivolgersi per controllare se un oggetto potesse essermi stato rubato ? Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.