Cerca nel quotidiano:


Spacca con una grata la vetrina della libreria: arrestato 24enne

Il malvivente si era guadagnato l'ingresso all'interno della struttura spaccando una delle vetrate esterne della libreria che danno sulla strada. In pochi minuti è stato circondato e catturato dalla polizia

Venerdì 6 Novembre 2020 — 12:34

di Giacomo Niccolini

Mediagallery

A lanciare l'allarme alla polizia alcuni residenti della zona destati dal fragore della vetrata andata in frantumi. Sono stati loro che hanno avvisato in tempo reale la polizia i cui agenti hanno assicurato alla giustizia il ladro

Nel giro di due notti due furti fotocopia. Il primo messo a segno alla Farmacia Farneti dove i carabinieri nel giro di pochi minuti erano riusciti a prendere il delinquente ma, dopo gli accertamenti di rito, se l’era cavata con solo una denuncia a piede libero. Il secondo colpo messo a segno, sempre nel cuore della notte, intorno alle 3,30 di questo venerdì 6 novembre ai danni della libreria Ubik in via Cosimo del Fante. Il malvivente, un 24enne residente a Livorno, è riuscito ad introdursi all’interno dei locali spaccando una delle vetrate d’ingresso che danno sulla strada con una grata di scolo (nella foto) di metallo. Una volta all’interno ha scassinato il registratore di cassa del bar all’interno dell’ex Teatro Lazzeri e,, subito dopo, scavalcando il divisorio che separa le due attività, si è portato nella zona dedicata ai libri e lì è riuscito a impossessarsi del fondo cassa anche della libreria Ubik.
Il 24enne però non aveva fatto i conti con i residenti della zona che, svegliati nel cuore della notte dal rumore della vetrina andata in frantumi, avevano immediatamente chiamato il 113. Sul posto, in men che non si dica, sono quindi sopraggiunte le volanti della polizia che hanno circondato l’edificio. A niente è servito dunque il tentativo di nascondersi all’interno della struttura del malvivente che è stato dunque scoperto, anche grazie alle numerose telecamere di sicurezza di cui le attività sono provviste, ed è uscito in manette con l’accusa di furto aggravato.

Riproduzione riservata ©