Cerca nel quotidiano:


Calafuria, piena funzionalità strutturale del ponte

Dalla riunione in prefettura emerge una problematica di incolumità e non di carattere strutturale. A luglio ispezione generale con i droni. A ottobre lavori Anas di risanamento del calcestruzzo (copriferro) per oltre 3 milioni

giovedì 22 Agosto 2019 15:38

Mediagallery

Punto uno: “piena funzionalità strutturale dell’opera”, il cui stato “viene costantemente monitorato da tecnici specializzati mediante verifiche e sopralluoghi giornalieri”. Punto due: nel mese di luglio è stata fatta “un’ispezione generale dell’opera anche con i droni e l’esito non ha evidenziato criticità strutturali”. Punto tre: per quanto riguarda il degrado superficiale del calcestruzzo (copriferro), “il fenomeno fisiologico – hanno precisato i rappresentanti Anas – non ha, allo stato attuale, alcuna implicazione statica” e “gli interventi di risanamento per un importo di 3 milioni e trecentomila euro, già appaltati ma non eseguiti nella stagione estiva in considerazione degli importanti flussi di traffico turistico, saranno avviati a partire dal mese di ottobre con presumibile conclusione nel mese di dicembre”. Intanto, “saranno eseguite operazioni di distacco dei frammenti di calcestruzzo degradato, potenzialmente instabili”.
Sono queste le tre notizie principali, riportate in una nota delle prefettura, emerse dalla riunione tenutasi in prefettura il 22 agosto – riunione fortemente voluta dal sindaco dopo il sopralluogo del 20 agosto – volta ad effettuare un punto della situazione aggiornato sulla questione sicurezza ponte di Calafuria interessato dal distacco parziale di un elemento costituito da una canalina ubicata nella parte laterale dell’impalcato.
All’incontro, oltre a Salvetti, hanno partecipato il vicesindaco Monica Mannucci, Leonardo Gonnelli dirigente del dipartimento di lavori pubblici e assetto del territorio, l’ingegner Bozzi, i rappresentanti delle forze dell’ordine, dei vigili del fuoco, della capitaneria, dell’Anas, del provveditorato regionale alle opere pubbliche e di RFI. Nell’occasione, inoltre, è stato evidenziato che sono in fase di ultimazione alcuni interventi come il posizionamento di boe per segnalare l’area marittima interdetta alla navigazione, all’attività subacquea nonché a qualsiasi altra attività. Le altre misure cautelari, come il divieto di stazionamento nell’area sottostante il ponte, rimarranno in vigore sino alla fase conclusiva della realizzazione degli interventi programmati. Il Comune manterrà l’ordinanza di interdizione della zona sottostante il ponte, intensificando i controlli affinché i divieti siano rispettati.
Il quadro emerso sulle condizioni dell’opera è quindi, come si legge nel comunicato, sostanzialmente rassicurante e la problematica non risulta essere di carattere strutturale bensì di incolumità pubblica relativamente a coloro che fruiscono dell’area sottostante al ponte.
Nel corso della riunione è stata anche esaminata la situazione del ponte ferroviario adiacente che sarà oggetto di interventi di manutenzione ma che, analogamente al ponte di Calafuria, come riferito dai tecnici di RFI, non presenta problematiche di carattere strutturale.

La parola al sindaco – “I cittadini hanno la percezione del pericolo e sono preoccupati della tenuta del ponte. Abbiamo la necessità di sapere che il ponte è sicuro e che, in caso contrario, sia messo in sicurezza. Mi trasmette inquietudine anche il camminamento per il passaggio pedonale interdetto sopra il ponte, quest’ultimo transitato la sera da molti giovani a piedi che hanno come ausilio la luce dei cellulari per segnalare la presenza agli automobilisti. Servono risposte concrete ed interventi celeri, affinché la situazione torni alla normalità”.

Riproduzione riservata ©

1 commento

 
  1. # M.

    Domani mattina 28 agosto ci sarà ancora il senso unico alternato sul ponte di calafuria?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.