Cerca nel quotidiano:


Il sopralluogo del sindaco a Calafuria

Sopralluogo di Salvetti con vice sindaco, funzionario municipale Pedini, ing Bozzi e geom Calzone: "Qualora i dati, frutto dei carotaggi, individuino delle criticità sulla stabilità chiederò la chiusura veicolare del ponte". Giovedì 22 riunione in prefettura

martedì 20 Agosto 2019 17:45

“Le rassicurazioni non ci bastano più. Vogliamo che a parlare siano i dati. Solo i dati potranno dirci precisamente se il ponte è sicuro oppure no”. Parola di sindaco che alle 16, minuto più minuto meno, del 20 agosto ha effettuato un (bollente) sopralluogo a Calafuria – con la vice sindaco Monica Mannucci, il funzionario della municipale Michela Pedini, l’ing Alessio Bozzi dell’ufficio ingegneria strutturale del Comune e la geom. Antonietta Calzone della Protezione Civile del Comune – per rendersi conto, da vicino, dello stato di salute della struttura in vista della riunione in prefettura del 22 agosto alle 10,30. “In quella occasione – ha proseguito Salvetti che la “spiaggia” di Calafuria da bagnante la frequenta – se Anas ha già questi dati in mano, frutto di controlli e verifiche sulla stabilità del ponte, penso ad esempio a dei carotaggi, ce li mostrerà. Altrimenti va da sé che dovranno fornirceli al più presto. Se il passaggio pedonale, lato mare, è stato chiuso vorrà dire qualcosa. Qualora i dati individuino delle criticità a livello di stabilità è chiaro che chiederò la chiusura veicolare del ponte”.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.