Cerca nel quotidiano:


Dpcm, possibilità di chiudere strade e piazze dopo le 21. Tutte le novità

Il Comitato per la sicurezza e l'ordine pubblico cittadino avrà modo di dare una stretta alla movida incontrollata laddove reputerà ve ne sia il bisogno. Palestre e piscine sotto esame ancora per sette giorni

Lunedì 19 Ottobre 2020 — 08:25

Mediagallery

Restrizioni per lo sport dilettantistico di base di cui saranno vietate gare e competizioni. Al ristorante saranno concessi solo tavoli da sei persone al massimo. Stop a sagre e fiere

Nella serata di domenica 18 ottobre il premier Giuseppe Conte (nella foto ufficiale tratta dal sito del Governo Italiano www.governo.it), collegandosi in diretta nazionale alle 21,30, ha spiegato alla nazione i nuovi provvedimenti che entrano in vigore con il nuovo Dpcm a partire da lunedì 19 ottobre fino a venerdì 13 novembre (clicca sul link in fondo all’articolo per consultare e scaricare il nuovo Dpcm).
Tra le misure adottate dal Governo per contenere la diffusione del Cornavirus anche quella di dare più potere ai Cosp (Comitati per l’ordine e la sicurezza pubblica), e non ai sindaci come uscito nella prima versione pubblicata nella notte, di ogni città di poter “chiudere al pubblico strade e piazze nei centri urbani dove si possono creare situazioni di assembramento dopo le 21, fatta salvo la possibilità di accesso e deflusso agli esercizi commerciali legittimamente aperti e alle abitazioni private”.
Per l’argomento palestre e piscine il premier invece ha concesso una settimana di tempo per consentire ai titolari dei centri fitness e delle palestre sportive di mettersi in regola e di poter adottare tutte le misure necessarie per garantire il rispetto delle regole. Quindi al momento rimangono aperte ma la decisione sulla loro eventuale chiusura è al momento rimandato di sette giorni. Vietate invece sagre e fiere.
Per lo sport “l’attività sportiva dilettantistica di base – si legge nel Dpcm – le scuole e l’attività formativa di avviamento relative agli sport di contatto sono consentite solo in forma individuale e non sono consentite gare o competizioni. Sono altresì sospese tutte le gare, le competizioni e tutte le attività connesse agli sport di contatto aventi carattere ludico-amatoriale”.
Ristoranti: tavoli con al massimo sei persone a sedere e chiusura alle 24. Nulla cambia per il trasporto pubblico, con la capienza confermata all’80%
La scuola continuerà in presenza, ma saranno permessi orari flessibili per le superiori specificando che l’ingresso in aula sarà a partire dalle 9. Regola che, fa sapere il Miur, entrerà in vigore “nei prossimi giorni”, in modo tale da dare il tempo alle famiglie di organizzarsi. Proseguono le attività del mondo dello spettacolo, mentre le sale giochi dovranno chiudere alle 21. Per tutti i dettagli especifiche è possibile, come detto, scaricare il nuovo Dpcm nel link sotto all’articolo.
Per tutte le altre norme resta valido il precedente Dpcm firmato il 13 ottobre.

Riproduzione riservata ©