Cerca nel quotidiano:


Esselunga, parla il dir. lavori: “Prima fase: quota zero”

Intervista esclusiva all'ingegnere Roberto Canessa, progettista e direttore dei lavori. "Abbiamo iniziato "svuotando" il corpo centrale, entro ottobre quota zero. Poi la nuova struttura"

venerdì 30 Agosto 2019 12:01

Mediagallery

“Stiamo procedendo come da programma”. A dirlo, in una intervista esclusiva a Quilivorno.it, è l’ingegnere Roberto Canessa, progettista e direttore dei lavori che stanno portando alla nascita di Esselunga in viale Petrarca. La prima fase dell’intervento, che si concluderà entro ottobre 2019, consiste nell’arrivare a quota zero, ovvero alla demolizione completa dei fabbricati ex Fiat. Demolizione che è iniziata “svuotando” la parte centrale e che proseguirà lateralmente, lato via Ferraris e lato via Torino, con la demolizione delle campate parallele alle due strade. Successivamente verrà abbattuto l’edificio a due piani fronte viale Petrarca. Quindi le vecchie pavimentazioni e fondazioni. “Operando in questo ordine, svuotando prima l’interno e poi proseguendo sull’esterno riduciamo l’impatto acustico all’esterno. In più, sono al lavoro anche alcune macchine demolitrici elettriche. L’obiettivo è arrivare entro ottobre al terreno vergine”. Prima di avviare l’abbattimento tutti i fabbricati sono stati “puliti” da impianti e tubazioni in modo da lasciare “in piedi” solo cemento e laterizi e, aggiunge l’ing. Canessa, prima ancora è stata svolta una indagine su tutta l’area che ha escluso qualsiasi “sorpresa” nel terreno.
Ottenuto il terreno “vergine”, si passerà alle operazioni di consolidamento con la realizzazione delle parete laterali degli scavi per la realizzazione dei due livelli di parcheggio interrati. Dopodiché si passerà alla sopraelevazione. Tradotto: si inizierà a costruire il supermercato.
Dal punto di vista dell’impatto ambientale, poi, sono in azione due cannoni ad acqua su ogni fronte demolizione e lungo tutto il perimetro, lo avrete notato, sono stati posizionati dei pannelli. Infine, per quanto riguarda le rotatorie, così come previste nel progetto, se ne riparlerà più avanti quando verranno realizzate le gare di appalto. “Contiamo – conclude l’ingegnere – di concludere i lavori per la fine del 2020”.

Riproduzione riservata ©

3 commenti

 
  1. # maverick

    Ottimo lavoro! Speriamo che vengano rispettate le tempistiche.

    1. # Sorgentiiiii

      La Livorno che cresce. 🤞

  2. # gigi

    VORREI SAPERE SE LA VIA TORINO RESTERA’ A DOPPIO SENSO DI CIRCILAZIONE E DOVE INVECE

    SARANNO SIA L’ENTRATA CHE L’USCITA.

    Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.