Cerca nel quotidiano:


Esselunga, proseguono i lavori. Ecco come sarà

Dal quartier generale dell'azienda, contattato da Quilivorno.it, la risposta ai lettori che chiedevano notizie circa lo stato di avanzamento. Tecnologia ambientale all’avanguardia per i lavori. Il superstore ultimato entro il 2020

martedì 20 Agosto 2019 11:40

Mediagallery

Iniziati lunedì 20 maggio con le opere di recinzione e messa in sicurezza dell’area (foto), proseguono secondo la tabella di marcia i lavori che porteranno alla nascita di Esselunga nei fabbricati ex Fiat di viale Petrarca (nella foto principale il rendering di come verrà il superstore). Lo fanno sapere dal quartier generale dell’azienda, contattato da Quilivorno.it per rispondere ai lettori che chiedevano notizie circa lo stato di avanzamento. I lavori, dunque, stanno andando avanti e ad una prima fase preliminare, svoltasi all’interno della struttura e meno visibile agli occhi dei cittadini, proprio in questi giorni ne seguirà una più visibile sul “davanti”, in viale Petrarca. Ai più non sarà sfuggita l’impalcatura a torrino montata nelle ultime settimane. Ricco di innovazione e sostenibile, il superstore avrà una superficie di vendita di circa 4000 mq, un’area verde di circa 5000 mq e un ampio parcheggio pubblico interrato con 800 posti auto.
I lavori nel dettaglio – E’ ormai noto che il modus operandi di Esselunga sia quello di individuare i migliori partners per realizzare lavori di assoluta qualità e con la massima attenzione all’ambiente. Per tale motivo le opere di demolizione sono state affidate ad una azienda italiana all’avanguardia nel settore e nota per saper coniugare efficienza e sostenibilità. Non a caso è stata protagonista di apprezzati lavori in tutto il mondo, fra i quali un grattacielo a Manhattan, la stazione ferroviaria di Lione e il nuovo Apple Store di Milano. Fin dai primi lavori di demolizione è stata utilizzata la tecnologia più moderna e all’avanguardia anche dal punto di vista ambientale. Il progetto livornese prevede un drastico abbassamento delle emissioni di CO2 grazie ad un mini escavatore elettrico per alcune operazioni di recupero selettivo di rifiuti. Inoltre saranno impiegati diversi escavatori di ultima generazione – dotati di serbatoio addizionale ad urea – che riducono notevolmente l’inquinamento. Tutti accorgimenti, così come la riduzione dell’impatto sonoro nel corso dei lavori, che consentiranno un efficace e sostenibile intervento nel cuore della città livornese. Tale cura verrà applicata anche nella realizzazione dell’ampio novero di opere di urbanizzazione previste a beneficio della collettività.
Attualmente Esselunga conta 28 negozi in Toscana, dove è presente fin dal 1961. Il superstore di Livorno sarà ultimato entro la fine del 2020, secondo una innovativa concezione architettonica che, con una grande facciata a vetri, privilegerà leggerezza e trasparenza dando vita ad un contesto ideale per i clienti e la cittadinanza.

Riproduzione riservata ©

8 commenti

 
  1. # Marco

    FINALMENTE

  2. # Sergio Giomi

    Grazie di cuore per il vostro interessamento, da me esplicitamente richiesto. Avete reso informato non solo me, la cittadinanza tutta.

  3. # Gino l’arsellaio

    Finalmente! Basta degrado. Chi abita nelle vicinanze ne sa qualcosa. Gabbiani e altri meno simpatici animali, facevano da padrone.

    1. # Marco

      Gli animali meno simpatici a Livorno sono diventati i cani altro che gabbiani. Quel pratino bello verde che si vede nell’immagine sarà la loro nuova toilette .

      1. # FABIO

        come ogni altro spazio verde o marciapiede di Livorno. Siamo arrivati a un livello assurdo che ormai solo i proprietari dei cani difendono per punto preso. Le strade sono toilete, litri di orina e kg di feci sono riversate ogni giorno.. E secondo loro è normale e giusto così.

      2. # Rena

        Credo che gli animali meno piacevoli non siano i cani ma i loro padroni, vedrai avessero tutti l’acqua per la pipì fatta sul marciapiede e raccattassero la cacca staremmo tutti meglio. Sul prato rimarrebbero solamente le cartacce, i succhi di frutta vuoti, le bottiglie di plastica, i mozziconi di sigarette, di spinelli e i fazzoletti usati per pulirsi dopo aver fatto pipì dietro al cespuglio di altri animali ben peggiori dei cani… Sbaglio?

  4. # Piantatepiualberi

    Perfavore piantate piu alberi possibili intorno al superstore, fanno solo bene: ossigeno e ombra

  5. # annalisa

    veramente proprio questa mattina alle ore 8.00 in una strada di Coteto un signore ha fatto la pipi in mezzo alla strada…..quindi non lamentiamoci SOLO dei cani…..il primo incivile è il genere umano!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.