Cerca nel quotidiano:


I 100 anni del Pci festeggiati all’ex teatro San Marco

La mattinata di giovedì 21 gennaio è stata colorata dallo sventolare rosso delle bandiere e dalle centinaia di persone presenti di fronte al celebre edificio che fece da cornice alla celebre scissione e nascita

Giovedì 21 Gennaio 2021 — 17:07

di Filippo Ciapini

Mediagallery

Presente anche il deputato del PD, Andrea Romano che ha commentato così: "In tutti i passaggi della storia italiana il Pci fu decisivo, dalla lotta al fascismo al tentativo ostinato di tenere insieme l'Italia"

Giornata di festa all’ex teatro San Marco in Venezia per la celebrazione dei cento anni del Partito Comunista d’Italia (clicca qui per il calendario degli eventi in programma).
La mattinata di giovedì 21 gennaio è stata colorata dallo sventolare rosso delle bandiere e dalle centinaia di persone presenti di fronte al celebre edificio che fece da cornice alla celebre scissione e nascita. Ad orari scaglionati poi, i vari esponenti dei partiti si sono alternati in dibattiti a partire dal segretario Nazionale di Rifondazione Comunista Maurizio Acerbo: “Siamo qui per rendere omaggio a una grande storia e portare avanti i valori della libertà e della democrazia, del lavoro e della giustizia sociale”. Numerose le bandiere sventolate e tanti i canti popolari di lotta come Bella Ciao, Bandiera Rossa, Fischia il vento e L’Internazionale. Dopo Acerbo è stata la volta dell’intervento del segretario livornese Luigi Moggia e di quello toscano del Pci Marco Barzanti, che hanno ricostituito il partito rilevandone nome e simbolo: “Per noi la strada che intrapresero i nostri compagni cento anni fa è sempre attuale e viva – ha detto Moggia – Siamo fieri di poter continuare il cammino, il Pci è rinato per dare speranza, per stare dalla parte dei lavoratori e di chi è sfruttato”. Sul finire delle celebrazioni poi un gremito corteo in protesta del Partito Comunista è arrivato con striscioni e cori al grido di “Via da qui chi ha sciolto il PCI”. Calmati gli animi è stato il turno degli omaggi anche per il Partito Democratico da parte del consigliere regionale Francesco Gazzetti e del deputato Andrea Romano: “Una bella giornata, in tutti i passaggi della storia italiana il Pci fu decisivo, dalla lotta al fascismo al tentativo ostinato di tenere insieme l’Italia”. Presente anche il sindaco Luca Salvetti e il presidente della Regione Eugenio Giani che su Fb ha scritto: “Un secolo fa a nasceva a Livorno il Partito Comunista Italiano dalla scissione con i socialisti. Da quel momento l’Italia fu mossa dalla dialettica tra riformisti e massimalisti, fra socialdemocrazia europea e comunismo sovietico, mettendo in evidenza divisioni e discussioni che hanno caratterizzato i momenti più critici delle forze progressiste. Con il Sindaco Luca Salvetti abbiamo ribadito l’importanza della Toscana per il confronto nell’organizzazione politica italiana”.

Riproduzione riservata ©