Cerca nel quotidiano:


Il Museo di Città si completa con la caffetteria-ristorante “Bottini Fusion”

Di giorno punto di riferimento per studenti e turisti, a pranzo e a cena ristorante con menù Japanese-Fusion. Inaugurazione in programma venerdì 14 dicembre

venerdì 07 dicembre 2018 12:45

di Giacomo Niccolini

Mediagallery

Si chiamerà “Bottini Fusion” e sarà una naturale implementazione della struttura museale-bibliotecaria del Museo di Città dei Bottini dell’Olio in piazza del Luogo Pio. Il nuovo locale, adiacente all’ingresso del Polo e che aprirà i battenti venerdì 14 dicembre, come annunciato dall’assessore Francesco Belais durante la conferenza stampa di presentazione della mostra di Cappiello, sarà targato Simone Gonnelli, l’imprenditore livornese già noto per i suoi molti locali cittadini. “Per me è un vanto poter aprire questa caffetteria-ristorante in un contesto simile, nel quartiere della Venezia che adoro – spiega il nuovo proprietario nonché vincitore del bando per l’assegnazione degli spazi – Sarà un locale dove la mattina studenti e turisti potranno godersi i prodotti della caffetteria e sin da pranzo ci sarà modo di gustare un menù Japanese-Fusion con un sushi-man al bancone pronto a cucinare per gli avventori. La sera, poi, non mancherà un sottofondo musicale che renderà tutto più… fusion, appunto. Chiunque vorrà potrà cenare oppure godersi un cocktail nel dopocena, magari accompagnando il bicchiere con un piatto di ottimo sushi servito al bancone”.
“Il design del nuovo locale dovrà mantenere certi dettami in linea con lo stile del Polo dei Bottini dell’Olio – spiega l’architetto a capo dei lavori, Marco Lulli (nelle foto in pagina a cura di Simone Lanari) – Abbiamo dei richiami marinareschi con alcune nasse e il grigio come tema di colore predominante”. Per il resto bocche ancora cucite sullo stile finale che sta prendendo vita in queste ore con tutta la squadra al lavoro verso l’obiettivo dell’opening day piazzato appunto per il 14 dicembre.
A gestire la caffetteria-ristorante, in prima linea, sarà la giovane ma già esperta Melissa Luciani, individuata proprio da Gonnelli e fortemente voluta alla guida di questa nuova esperienza dove gentilezza, competenza, qualità e professionalità saranno le parole chiave.

Riproduzione riservata ©

4 commenti

 
  1. # Francesco Conte

    In bocca al lupo per questa nuova iniziativa. Chiedo cortesemente il motivo della scelta di accostare la cucina giapponese con Livorno e proprio nel contesto museale dove vengono esposte tradizioni, usi e costumi che non hanno alcun riferimento con il sol levante. M’immagino che la stessa domanda se la potrebbe porre un qualsiasi turista

  2. # ANDREA

    I migliori auguri di successo ! Verrò a trovarvi.

  3. # dekette

    tutto bello, ma per favore fate sistemare i “giardinetti” davanti all’ingresso del museo….magari chissà qualcuno ha voglia di sedersi…..così per dire è…..

    1. # Matteo Maiorano

      Magari per l’estate potrebbero riuscirci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.