Cerca nel quotidiano:


In 7 mesi raccolte oltre 1,5 tonnellate di olio esausto

L’iniziativa di Aamps e dell’Amministrazione Comunale è fedele ai principi cardine dell’economia circolare e contribuisce e rendere Livorno tra le città italiane più virtuose nella gestione dei rifiuti

lunedì 09 Settembre 2019 18:20

Mediagallery

Nel periodo tra febbraio e agosto 2019 a Livorno sono stati raccolti e avviati al recupero oltre 1.500 kg d’olio vegetale esausto (1528 kg. per la precisione), con un picco di eccellenza durante l’ultimo mese quando ne sono stati raccolti ben 478 kg. Sono i dati di Aamps riferiti ai primi mesi di avvio del servizio quindicinale di raccolta dell’olio vegetale esausto avviato dalla municipalizzata per la gestione del ciclo dei rifiuti e dall’Amministrazione Comunale.

Il buon risultato è stato raggiunto grazie all’impegno dei molti livornesi che il secondo e il quarto giovedì di ogni mese, tra le 8.00 e le 15.00, hanno portato presso le 9 postazioni cittadine i residui di olio vegetale esausto prodotto nelle rispettive abitazioni, favorendone un corretto recupero e, di conseguenza, un beneficio ambientale di assoluto rilievo. Troppo spesso il liquido è scaricato nel lavello della cucina oppure smaltito con altre modalità non corrette. Un gesto tanto semplice quanto potenzialmente dannoso che può compromettere il suolo, il mare, i fiumi e tutti i bacini idrici causando, inoltre, il malfunzionamento degli impianti di depurazione delle acque.

L’iniziativa di Aamps e dell’Amministrazione Comunale è fedele ai principi cardine dell’economia circolare e contribuisce e rendere Livorno tra le città italiane più virtuose nella gestione dei rifiuti. Una volta raccolto, infatti, l’olio esausto è inviato ai consorzi specializzati che ne attivano la rigenerazione e il riutilizzo favorendo la produzione di biodiesel o di altri materiali sostenibili applicabili, ad esempio, nel campo dell’industria saponiera e dell’edilizia.

Il prossimo appuntamento con Aamps per la raccolta degli oli vegetali esausti è in programma giovedì 12 settembre. Le 9 postazioni mobili, riconoscibili dall’ormai tradizionale contenitore rosso, si troveranno in via Gobetti (ang. piazza Saragat), piazza Europa (ang. via Inghilterra), piazza D. Chiesa (fronte via Vecchia di Salviano), piazza Sforzini (ang. via Giuliano Ricci), piazza Matteotti (accanto alla postazione ad accesso controllato), piazza 185esimo Reggimento Artiglieria Folgore (fronte via Carlo Puini), piazza delle Carrozze (ang. via G. Romiti), via Buontalenti (ang. via della Coroncina), via Pietro Nardini (ang. piazza Fattori a Quercianella).

Aamps ricorda che lo smaltimento può avvenire anche presso i centri di raccolta “Picchianti” in via degli Arrotini 49 (8- 12; 13 – 19, lunedì – sabato) oppure “Livorno Sud” in via Cattaneo 81 (8-12; 13– 17 lunedì – sabato).

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.