Cerca nel quotidiano:


In due giorni 72 multe a mezzi parcheggiati come barriere architettoniche

Non solo "sanzioni morali". Sono oltre 70 le multe comminate il 28 e 29 ottobre dalla Polizia Municipale ad altrettanti proprietari di veicoli lasciati in modo tale da rappresentare una vera e propria barriera architettonica

Domenica 31 Ottobre 2021 — 10:16

Mediagallery

Non solo “sanzioni morali“. Sono oltre 70 le multe comminate il 28 e 29 ottobre dalla Polizia Municipale ad altrettanti proprietari di veicoli lasciati in modo tale da rappresentare una vera e propria barriera architettonica. Le operazioni della Municipale si sono svolte nella stessa area, quella compresa tra piazza Cavour e Borgo Cappuccini, nella quale il 25 ottobre era partita con una conferenza stampa itinerante  una campagna di sensibilizzazione per prevenire i comportamenti che limitano la mobilità delle persone con ridotta autonomia motoria: dalle auto parcheggiate sui marciapiedi, a quelle che ostruiscono gli scivoli presso gli attraversamenti pedonali.
L’iniziativa del 25 ha visto la presenza dell’assessore al Sociale Andrea Raspanti, del Garante dei Disabili del Comune di Livorno Valerio Vergili, dei membri dell’osservatorio della Disabilità e di numerosi rappresentanti di associazioni aderenti al tavolo su disabilità, non autosufficienza e ridotta autonomia costituito in seno alla Consulta. E si è svolta attraverso il rilascio di cartoncini informativi (rosa come le multe) a titolo di sanzione morale sulle auto e gli altri mezzi parcheggiati in modo da ostacolare il transito pedonale.
“La campagna mira a stimolare consapevolezza e senso di responsabilità, ma – come specifica l’assessore Raspanti –  non esclude il ricorso alla sanzione vera e propria. Anzi, i due approcci si integrano a vicenda in vista di un obiettivo comune: una città più accessibile per tutti, più attenta ai bisogni delle persone con ridotta autonomia motoria”.
Per verificare che il messaggio lanciato il 25 ottobre sia stato accolto dagli automobilisti indisciplinati ed abbattere questo fenomeno che costituisce una vera e propria “barriera architettonica diffusa”, la Polizia Municipale ha così organizzato un focus nella stessa zona interessata dalla campagna di sensibilizzazione. Nel corso dei servizi mirati nell’area compresa tra piazza Cavour e Borgo Cappuccini sono stati sanzionati 72 veicoli:
– 53 tra marciapiedi e passaggi/aree pedonali
– 5 scivoli pedonali su intersezioni
-13 su attraversamenti pedonali
– 1 su spazio invalidi:veicolo rimosso

L’attenzione è comunque sempre stata alta. Dall’inizio dell’anno la Polizia Municipale ha elevato le seguenti sanzioni per violazione dell’art 158 del Codice della Strada: 860 su passaggi o attraversamenti pedonali, 253 per sosta nello spazio riservato alle persona invalide, 1858 per sosta su marciapiede. A queste si aggiungono altre 112 sanzioni per violazione dell’art. 188 CDS (uso improprio/inosservanza delle prescrizioni nell’uso delle strutture per invalidi). “La campagna di sensibilizzazione – annuncia l’assessore Raspanti – andrà avanti, prossimamente ci concentreremo sul quartiere Garibaldi. In questi giorni abbiamo ricevuto molti messaggi di incoraggiamento e diverse persone sono venute in Comune per ritirare le multe morali da apporre sui veicoli parcheggiati in modo da ostacolare il transito pedonale”.

Riproduzione riservata ©