Cerca nel quotidiano:


Malagò visita gli impianti colpiti dall’alluvione. “Siete una realtà encomiabile”

Il presidente nazionale Coni e commissario straordinario della Lega Serie A, Giovanni Malagò, ha visitato gli impianti assicurando massimo impegno. "Complimenti a tutti: qui si respira davvero una bella atmosfera"

Mercoledì 28 Marzo 2018 — 18:43

di Federico Bacci

Nella mattina del 28 marzo è giunto nella sede livornese Coni il presidente nazionale Coni e commissario straordinario della Lega Serie A. Giovanni Malagò ha raggiunto la città di Livorno per effettuare una ricognizione in prima persona degli impianti sportivi colpiti dall’alluvione (clicca qui per la notizia dei contributi ricevuti da tre società sportive) e verificare in che modo portare un aiuto concreto. La prima struttura visitata è stata proprio la sede Coni di via Piemonte. “Si vede che c’è amore per lo sport – ha commentato il presidente – trasuda da tutti i pori. La metto senza dubbio ai primissimi posti in Italia: è pulita, precisa, ordinata. Complimenti: la differenza in questi casi la fanno gli uomini, che la vivono e la rendono nobile con la loro passione”. Malagò ha poi proseguito il suo “tour” visitando in primo luogo la sede dell’A.G. Livornese (“Veramente un’eccellenza, piena di storia e passione”) e la scuola di danza Butterfly. E’ passato poi all’impianto della Polisportiva Carli Salviano alla presenza anche di Andrea Romano e del presidente del Carli stesso Adriano Tramonti. Questa realtà, una delle più danneggiate dall’esondazione del Rio Maggiore, è anche una di quelle che secondo Giovanni Malagò ha i requisiti per entrare all’interno del programma di supporto per impianti di periferia e provincia. Il passo successivo al Carli è stato l’attiguo campo di rugby dei Lions Amaranto, seguito poi dall’Accademia della Scherma di Collinaia. “E’ la prima volta che vengo a Livorno da presidente del Coni – ha dichiarato Malagò, ricevuto da un folto gruppo di schermidori di tutte le età nella palestra schermistica – ma la città la conosco molto bene per motivi personali. Livorno è una città che rappresenta oggettivamente un’eccellenza della tradizione italiana: non so dire se sia genetica, tradizione, fortuna, ma qui, in particolare in certe discipline, c’è una forza incredibile. Deriva probabilmente dalla grande qualità dei maestri, che sanno ben insegnare, e soprattutto dalla formidabile volontà di presidenti e dirigenti che dal niente sono riusciti a creare per passione qualcosa di grande. Complimenti a tutti: è una realtà encomiabile, si respira davvero una bella atmosfera”.

Nel pomeriggio, il presidente ha incontrato gli atleti e le varie autorità locali. Ad accoglierlo il numero uno del Coni livornese Gianni Giannone: “Quanto fatto da Malagò è bellissimo e lo ringrazio dal profondo del cuore. E’ stato importante ricevere il sostegno dello sport nazionale dopo quando avvenuto con l’alluvione. Livorno ha saputo reagire come sempre ed è stato bello vedere così tanta solidarietà. Basti pensare ai tanti ragazzi che sono scesi in strada a dare una mano. Parlando di sport invece, Livorno può vantare 548 medaglie tra Olimpiadi, campionati mondiali ed europei a testimonianza di come l’attività sportiva sia vissuta con grande intensità. Ora non resta che risolvere qualche problema di natura logistica e gestionale riguardante alcuni impianti anche se in questi mesi abbiamo cercato di assicurare a tutti il proseguimento della loro attività nonostante le numerose difficoltà”.

Riproduzione riservata ©

1 commento

 
  1. # via degli asili

    scusate, sapete mica se il presidente del CONI è passato anche dalla cantina dal Borgo Cappuccini?
    con tutti quei danni che hanno subito doveva essere la prima tappa…