Cerca nel quotidiano:


Qualità della vita, Livorno scende ancora in classifica

Tracollo della nostra provincia in soli due anni che dal 17esimo posto scivola al 47esimo. Ecco tutte le graduatorie

Lunedì 16 Dicembre 2019 — 16:43

Mediagallery

Bene per quanto riguarda la sezione "Cultura e Tempo Libero" dove Livorno si piazza ottava in tutta Italia. Male nel settore "Giustizia e Sicurezza"

Già la classifica che fu pubblicata il 17 dicembre del 2018 vedeva la nostra la nostra provincia bocciata su tanti fronti, tanto da farla scalare di venti posizioni rispetto a quella molto più lusinghiera del 2017. Dal 17esimo posto nel giro di 12 mesi scivolammo al 37esimo. Ma quella pubblicata lunedì 16 dicembre sempre sul quotidiano economico italiano di riferimento, Il Sole 24 Ore, mostra ancora il cartellino rosso a Livorno retrocedendola di altre dieci piazze. Così eccoci al 47esimo posto nella graduatoria finale su 107 provincie prese in esame (clicca qui per consultare la classifica interattiva sul sito del Sole 24 Ore).
Sul podio troviamo in prima posizione Milano. A seguire Bolzano che si aggiudica la medaglia d’argento e Trento che si batte il petto grazie ad un ottimo bronzo da poter sfoggiare. Prima tra le toscane c’è la città gigliata di Firenze che si guadagna un quindicesimo posto seguita da Siena venti posizione più in basso (35° posto). Anche Pisa meglio di noi. I “cugini” si piazzano al 41° posto in tutta Italia come qualità della vita.
Ma andiamo ad analizzare meglio la nostra Livorno (clicca qui per consultare le classifiche complete). Cavallo di battaglia rimane la speciale sotto-graduatoria dedicata a “Cultura e Tempo Libero” dove guadagniamo un confortante 8° posto entrando così nella top ten.
Note dolenti invece le posizioni riguardanti la sezione “Demografia e società” che ci vede al 92esimo posto in classifica e quella “Giustizia e sicurezza” dove, secondo Il Sole 24 Ore, ci meritiamo un 87esimo posto.
In media con l’andamento per quanto riguarda “Ricchezza e consumi” dove Livorno trova una zona di comfort con un 46esimo posto. “Affari e lavoro” meglio del previsto con una 32esima piazza (56° posto nel 2018) che va quasi a braccetto con un 38esimo posto relativo ad “Ambiente e Servizi” dove però la raccolta differenziata ci vede al 65simo posto nello Stivale. Stessa posizione guadagnata per il trasporto pubblico locale. Male per quanto riguarda la classifica dei pediatri (professionisti attivi ogni 1000 abitanti per pazienti 0-15 anni). In questo caso la nostra provincia è al 91esimo posto.  A metà classifica circa, 51° posto, nell’indice delle città “più smart”, più tecnologiche.  Non male la graduatoria relativa al Tasso di disoccupazione. Livorno si piazza trentesima con il 6,6% di disoccupati su una popolazione di età compresa tra 16 e 74 anni. In testa Bolzano con il 2,9% di tasso medio di disoccupazione.

Riproduzione riservata ©

14 commenti

 
  1. # Luca

    Questa e’ la provincia .La citta’ credo sia messa peggio in quanto a disoccupazione e sicurezza .A tempo libero tanti se la devono passare bene , a giudicare dal lumgomare gremito appena c’e’ un raggio di sole , e dalla gente al mare 4 mesi l’anno .Beati loro .

  2. # antani

    ovviamente in “tempo libero” siamo al Top…

  3. # Ferdinando

    Che sia un monito a risollevare la città

  4. # giancarlo

    87° posto , su giustizia e sicurezza ???…esagerano in difetto !!!!

  5. # Mario

    Cultura e tempo libero? Sicuramente nel goderci il tempo libero, siamo i primi. Ma per la cultura, boia dé, direi proprio di no, dé

  6. # Acciaio

    Solo risposte che parlano male dei livornesi, sarete mica pisani o delle campagne!

    1. # Silvia

      Forse sono obbiettivi? Io sono una pisana che abiata a livorno dal 1997 e devo dire che ho visto un declino enorme di questa città, purtroppo!

    2. # ugo

      i pisani sono meglio… garantito e io sono livornese

  7. # ElMoroSchietto

    A me personalmente non piacciono tanto le classifiche ma interesserebbe molto di più rivivere in un’ Italia invidiata dal mondo per quello che siamo stati nella storia di tutti i tempi. Questo perchè non accade più?

  8. # karll

    Andate con le sardine…con loro troverete ricchezza ,sicurezza e ambiente

    1. # Luca

      Sicuramente trovi teste e lische 😉

  9. # rena

    Ma quello che risalta è la differenza che esiste tra il centro della toscana e la costa è vergognoso che nessuno inizi ad impegnarsi per almeno attenuare questo gap; in tutto il mondo le città sedi di porti importanti o comunque di interesse internazionali hanno un tenore di vita leggermente superiore alle zone interne ,proprio per l’esistenza di un porto e alla economia ad esso collegata ,qui è alla rovescia mi sa che negli ultimi 20 o 30 anni qualcosa non ha funzionato.

  10. # giancarlo

    chi fa un giudizio obiettivo ,è un pisano ??? …se ogni anno che passa scendiamo sempre più in basso in questa graduatoria , un motivo ci sarà !!!!

  11. # Carlo

    Se qualcosa non ha funzionato negli ultimi anni non è per forza solo colpa dei cittadini ma in primis di chi è chiamato (votato) a gestire la città. Poi ognuno deve fare la sua parte. Date alla gente i servizi e vedrete che la qualità della vita cambia.
    Comunque se Milano è la prima della lista delle città italiane provate a viverci, ci sono i servizi, la cultura è vero, tanti posti dove poter ricevere assistenza sanitaria, se poi paghi gli appuntamenti sono magicamente disponibili per il giorno seguente, ecc. ma sono delle sonore palle quelle che raccontano sulla sicurezza.
    I livornesi amano andare al mare al primo raggio di sole? Fanno bene! E comunque….FORZA LIVORNO!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.