Cerca nel quotidiano:


Rifiuti, raccolta “con tessera” in centro. Buoni sconto in cambio della plastica

Introdotto un sistema misto di raccolta compatibile con la conformazione urbana della zona: “Porta a porta” tradizionale per carta, plastica e indifferenziato e postazioni ad accesso controllato per vetro e organico

Lunedì 10 Dicembre 2018 — 16:17

Mediagallery

Da martedì 11 dicembre, la raccolta differenziata arriva anche in centro a Livorno, più precisamente nell’area del Pentagono. Con questo ampliamento del servizio, in favore di circa 7200 residenti, il nuovo sistema di raccolta dei rifiuti copre un’altra importante porzione di città in attesa che entro la fine dell’anno si compia la copertura totale con l’estensione anche al cosiddetto “centro allargato” (clicca qui – Buoni sconto in cambio della plastica).
Come annunciato nel corso dei numerosi incontri pubblici organizzati in queste settimane, per il pentagono, Aamps e l’Amministrazione comunale hanno definito un modello “cucito” su misura, trattandosi di un’area estesa e densamente abitata, con caratteristiche strutturali esclusive rispetto agli altri rioni. Il tutto per venire incontro alle esigenze dei cittadini e garantire un servizio all’avanguardia e funzionale alla migliore organizzazione del servizio stesso ma anche della circolazione pedonale e dei veicoli. Il sistema misto sarà così strutturato per le utenze domestiche:

Carta-cartone-cartoncino, plastica – metallo e indifferenziato saranno raccolti in base al calendario settimanale come già succede nel resto della città, secondo il modello tradizionale PAP. I relativi sacchi contenenti i rifiuti differenziati, dovranno essere esposti sul suolo pubblico in prossimità del numero civico o – se gli spazi comuni condominiali lo consentissero- sistemati in uno spazio accessibile dagli operatori, secondo specifiche modalità concordate da Aamps con gli amministratori di condominio.

Il vetro sfuso e l’organico in sacchetti compostabili, rispettivamente una e due volte alla settimana (senza vincolo sulla scelta del giorno), saranno raccolti presso le 12 postazioni ad accesso controllato (mediante Eco-card personale): via delle Galere, via Santa Barbara (nella foto in pagina di Paolo Mura), via Fiume (angolo via Vittorio Veneto), via Buontalenti, via dei Cavalieri, via San Francesco, via Fiume (angolo via Tellini), via Di Franco, via Cassuto, via Cossa, via Crispi, piazza Barontini.

In caso di superamento degli accessi consentiti alla postazione per le due tipologie di rifiuti, questi dovranno essere smaltiti presso i due centri di raccolta “Picchianti” e “Livorno Sud”. Attraverso la app di Aamps per smartphone e tablet o accedendo all’area dedicata sul sito aziendale, sarà possibile verificare in ogni momento il dettaglio degli accessi effettuati.
Aamps sta provvedendo a consegnare i kit di raccolta, l’opuscolo informativo, il calendario e a consegnare la eco- card mediante spedizione postale. In caso di mancato recapito per i più vari motivi, i cittadini potranno rivolgersi agli info-point allestiti in via Pollastrini, 5 per ritirare la tessera in giacenza oppure fornire agli operatori i dati per la registrazione e la consegna della stessa entro 48 ore. La richiesta può essere fatta anche direttamente casa chiamando il call center (numero verde 800-031.266 da rete fissa, 0586-41.63.50 da rete mobile).
L’utilizzo delle postazioni ad accesso controllato è previsto anche per le utenze non domestiche secondo specifiche modalità concordabili con Aamps.

Riproduzione riservata ©

43 commenti

 
  1. # u8go nogarinINO sono otto

    In caso di superamento degli accessi consentiti alla postazione per le due tipologie di rifiuti, questi dovranno essere smaltiti presso i due centri di raccolta “Picchianti” e “Livorno Sud”… secondo voi è normale??? Vedrai quanta spazzatura per le strade, ora è roba da ride

  2. # u8go nogarinINO sono otto

    comunque molto piu belli quelli di Pisa…un c’è paragaone

    1. # Gigio

      Ecco bravo…. Vai a Pisa a vivere dentro a un cassonetto vai bello

    2. # Dal Divano Sono bravo

      beato te, che sei sempre qui a commentare tutto su tutti e tutto……..vita impegnativa vero?
      poi almeno tu proponessi qualcosa

  3. # BAFFO

    Noi cittadini al di fuori del pentagono siamo di serie B? Ma le tasse le paghiamo puntualmente anche noi e non siamo serviti adequatamente, ad questo punto vorrei che ci venisse defalcata una percentuale di tassa della spazzatura grazie ma come altre volte verrà depennata perché dà noia

    1. # Sauro

      Spero che parta da lì e arrivi presto anche a noi.. Il pesce lo posso mangiare solo il giovedì e la domenica

  4. # u8go nogarinINO sono otto

    In caso di superamento degli accessi consentiti dovranno essere smaltiti presso i due centri di raccolta “Picchianti” e “Livorno Sud”…secondo voi è normale?

    1. # leonardo

      si perche nelle zone dove non ci sono i cassonetti si fa 2 volte la settimana.

      1. # u8go nogarinINO sono otto

        E NORMALE CHE TU VADA AL CENTRO RACCOLTA? SI? VEDRAI ALLORA……

        1. # Dal Divano Sono bravo

          in una città civile si, è abbastanza normale.
          poi quando c erano i cassonetti che ti piacciono tanto , non mi sembra che funzionasse tutto bene.Prima e durante nogarin.
          Inoltre diffido e molto dei tuttologhi nascosti da nick, quelli che impartiscono ( o meglio vorrebbero impartire , e magari ne sono convinti), quelli che trovi in ogni argomento, dallo sport, all edilizia, alla progettazione navale ed allo studio dei flussi di traffico oltre che esperto di economia.
          Dai l idea di uno che è stato “trombato” da questa giunta, che è bene chiarire, non ho votato e mi piace veramente poco.Il tuo però è un accanimento personale.Rilassati sul divano, è meglio

      2. # Franco

        No, non è normale che si faccia la raccolta dell’organico soltanto due volte alla settimana perché i rifiuti organici, anche se ben chiusi in sacchetti, emanano cattivo odore e non tutti, me compreso, hanno la possibilità di tenerli in terrazzo o di depositarli nei cassonetti condominiali ma devono tenerseli in casa tre/quattro giorni. Questo secondo lei è “normale”? Il fatto che in gran parte della città la raccolta sia effettuata in questo modo non significa necessariamente che sia “normale”

  5. # Laura

    VANNO AUMENTATI I RITIRI. L’ORGANICO IN PARTICOLAR MODO, CON 2 RITIRI (O CONFERIMENTI CON CHIP AL CASSONETTO) NON È NORMALE. PAGO A CARO PREZZO, (3* TARI PIÙ ALTA D’ITALIA) PER UN SERVIZIO CHE DIVENTA DISSERVIZIO.

  6. # mirko

    Dall’articolo sembra che ci facciano un favore, in realtà l’organizzazione di questa raccolta è drammatica:
    1 – avvisi ai portoni degli incontri pubblici attaccati anche il giorno stesso dell’incontro senza dare tempo di organizzarsi, qunado organizzato per tempo non si sono presentati (vedi incontro in piazza Guerrazzi).
    2 – Non sono stati previstì ritiri straordinari per le feste caricando il cittadino di impiego di tempo e soldi per andare ai centri di raccolta a smaltire i volumi di differenziata in eccesso che stanno a giro per la casa.
    3 – ai negozi di via grande che chiudono alle 19.30 viene richiesto di riportare in negozio i contenitori della differenziata alle 20!!!
    ce ne sono tante altre ma non voglio essee tedioso
    VORREI RICORDARE AGLI AMMINISTRATORI E ED AAMPS CHE LORO CAMPANO GRAZIE AI NOSTRI SOLDI CHE PAGHIAMO DI TASSE E CHE QUINDI SARA’ IL CASO CHE IL CITTADINO VENGA TRATTATO CON MOLTO PIU’ RISPETTO.
    E COMUNQUE NESSUNO DI LORO CI HA ANCORA DETTO DOVE VA LA NOSTRA SPAZZATURA, PARLARE DI IMPIANTI DI RECUPERO E’ UN Pò VAGO. QUI IN PROVINCIA NON CE NE SONO MOLTI….

    1. # Davide Retano

      Come no, vengono tutti recuperati dall’ inceneritore!

  7. # Perigle

    Zona viale italia la spazzatura con il libeccio speriamo che arrivi in casa di chi ha preso la decisione del porta a porta …alle elezioni si vince e si perde anche per un voto ..il mio non lo prendete con 600 euro di spazzatura che pago

  8. # Antonio

    …grazie alla super mega galattica differenziata che portava grandi benefici a tutti i livelli, …a me ha portato anche i Tarponi in giardino “aspettando il giorno della raccolta giusto!!!
    ….Se è regolare!!!

  9. # Elisa

    Avevamo ricevuto una lettera da Amps che diceva che avrebbe messo un’isola in via del Corona di fronte a Tassara. Non risulta nell’elenco…..che se ne siano dimenticati?!

  10. # marco62

    Questa amministrazione le studia di notte per complicare la vita a noi cittadini, secondo chi ha studiato questa genialata superati i limiti si va portare l’immondizia ai centri di raccolta…. Rivotateli.

  11. # Ioannis

    Per come la vedo io la raccolta differenziata porta a porta a Livorno è una grande schifezza. Prima di farsi grandi, invito il sig. Sindaco, l’ass. Vece, ed i vertici Aamps a farsi seriamente un giro in tutta la città per constatare lo schifo e stato di degrado in cui versa la Città da quando vi è il porta a porta. E se capiranno veramente la situazione faranno un mea culpa, poi se non capiscono pazienza.

  12. # Mario

    Io non so voi ma domani se Dio vole passa la plastica.. Tutte le settimane la stessa storia, è normale che passi una volta a settimana e basta??

  13. # Lorenzo65

    AHAHAHAH ..anziani, famiglie senza auto ( in centro non si deve usare auto ), madri di famiglie numerose ed extracomunitari, adesso prendono la bici, la caricano di sacchi e la portano al Picchianti …AHAHAHAHAH

  14. # Gabriella

    Il bello viene quando non passano a raccoglierla come ieri in banditella dove con il vento che fa i sacchetti della plastica sono sparsi ovunque!!!

  15. # adriano

    magari ho io la tessera e sono al lavoro e mia moglie come butta la spazzatura e viceversa, vabbè va bene anche lasciarla fuori per terra vero?……..

    1. # Gino

      Perche lasciare la tessera a casa no è?
      Quante ne vuoi 1 a testa? Per il bimbo, la socera e ir ganzo?

    2. # Maurizio

      È uno schifo,non possiamo tenere la spazzatura, gli avanzi di cibo in casa e non possiamo metterli fuori dai portoni,signor Nogarin,ve li portiamo in comune? Così il puzzo lo sentite voi,ma poi ho raccolto foto che spedito’ai giornali,il forte vento che ha invaso le vie della città di bidoncini e spazzatura,ma si rende conto?,gli anziani in difficoltà, per non parlare dei posteggi,30 euro annui? Sono troppi e non troviamo nemmeno dove parcheggiare,in altre città si paga 10 euro,annui,le sindaco pensa solo a prendere i soldi,credo che chi ha votatato il mov,faccia marcia indietro,

  16. # Gilet Giallo

    Caro Leonardo
    Lo svuotamento dei bidoni viene fatto 2 volte a settimana…ma te tutti i giorni fai il tuo pacchetto di umido e lo porti nel cassonetto sotto il tuo condominio.
    Noi no!!
    Noi ce la teniamo in casa.
    Perché possiamo aprire il cassonetto 2 volte a settimana.
    Faccio notare che al grattacielo non hanno limiti di accesso con la eco card e il cassonetto dell’umido è su suolo pubblico.

    1. # u8go nogarinINO sono otto

      vogliamo l’umido una volta al giorno

  17. # MARCO 55

    CASSONETTI CON TESSERA IN TUTTI I RIONI.

  18. # orabasta

    gente bisogna fare una mega protesta, scendere in piazza, con il porta a porta a me è peggiorata la vita in maniera drastica, prima facevo il riciclo senza problemi, ora è il caos, non riesco piu a fare niente, e dai vertici dell’aamps sento dire che tutto va bene, ma siamo impazziti?
    ps parlo a nome mio e di tutto il condomino dove vivo, piazza magenta (11 famiglie).

  19. # Massimo

    Mi piacerebbe sapere che fine hanno fatto tutti i vecchi cassonetti. Poi dobbiamo vedere che fine fanno tutti i vari bidoncini poi forse metteranno a tutti i nuovi cassonetti

  20. # marco

    cassonetti forever

  21. # Virgilio

    Quando è pieno devi andare all’isola ecologica? non ho più parole. Vi ho dato il voto, ma molto è cambiato nel periodo e le cose promesse sono sparite. Il cambiamento dove andava fatto non c’è stato. Oggi pomeriggio mi sono recato in un plesso distaccato del Comune. 5 anni fa in 2 addette alla reception, oggi pomeriggio le stesse sempre li. Una vergogna, un lavoro da mezza persona in due. Questo è il cambiamento? e alle carte di identità tre persone? senza parole

  22. # Antonio

    … ma perché non vediamo i lati positivi!!!
    C’è chi è contento!!!!
    …ir Gabbiano del Molo Novo!!!
    …ir Tarpone nel mio giardino!!!
    …tutti i cani che hanno tanti bussoli in più dove urinare al mattino!!!
    W l’igene!!!
    …ma dove vivono i grandi promotori di questo sistema!!!
    Sicuramente, escono e girano poco in città alla sera e al mattino!!!

  23. # Leo

    Ecco non le potevano mettere ovunque invece di farci tenere sacchi di spazzatura puzzolente a giorni in casa!!O sulle strade e poi si parla di decoro sembra piu’ una vergogna!!Complimenti all’amministrazione

  24. # piropiro

    Un’altra soluzione possibile.
    Quando un cittadino ha più sacchetti da gettare nel cassonetto rispetto alla norma, non fa altro che aspettare che un altro utente apra il cassonetto con la sua tessera e gettare contemporaneamente i sacchetti dentro

    1. # Marco

      E quindi? Anche facendo così il volume di spazzatura prodotto da un nucleo rimane lo stesso e i costi per AAMPS sono gl istessi in quanto passa 2 volte alla settimana lo stesso anche se butto la spazzatura le2 volte che mi spettano più la terza extra assieme al mio vicino. Non vedo dove stia il problema.

  25. # mind

    ……no, fatemi capì,…..si torna ai cassonetti stradali?

  26. # tRICICLO

    Chi abita fuori dal pentagono ha dovuto sacrificare metri quadri di proprietà a favore dei cassonetti condominiali o metri quadri di appartamento per chi ha abitazioni indipendenti, inoltre deve preoccuparsi (leggi pagare) per il loro lavaggio.
    Perché chi abita nel pentagono ha avuto il vantaggio di poter usufruire di cassonetti pubblici? paga forse una TARI maggiorata? perché se così non fosse va da se che chi abita fuori dal pentagono debba avere uno sconto. Un’ultima domanda, i cassonetti a tessera su suolo pubblico pagano la TOSAP? Se si su chi ricade tale costo? Su chi ha sacrificato lo stanzino per i bidoni?

  27. # ottobassi

    Il conferimento due volte alla settimana….fatta la legge trovato l’inganno, se vado al cassonetto con la carta d’accesso in compagnia di un altro utente scarico quando voglio e ricambio il favore quando tocca a me. ma ammesso che vada al centro di raccolta in macchina al rientro siamo sicuri che trovo lo stallo libero per oarcheggiare? Becco e bastonato da questa amministrazione che vuole farci odiare l’osservanza delle regole civili: vedrete quanti rifiuti “sparsi” per la città!!

    1. # Marco

      E quindi? Anche facendo così il volume di spazzatura prodotto da un nucleo rimane lo stesso e i costi per AAMPS sono gl istessi in quanto passa 2 volte alla settimana lo stesso anche se butto la spazzatura le2 volte che mi spettano più la terza extra assieme al mio vicino. Non vedo dove stia il problema.

  28. # UtenteStufa

    A quando la Tari in base alla effettiva produzione di spazzatura? Perché io vivo, da SOLA, in un bilocale, e quest’anno ho sborsato ben 180€ ! La cosa ridicola è che la Eco Card apre solamente se sei in regola con il pagamento Tari, voglio proprio vedere chi non la paga, volutamente o non, chi ha affitti o sub affitti al nero, dove butterà la spazzatura! Sono sempre stata pro M5S ma questo progetto è un vero e proprio flop, per organizzazione da parte del Comune, e per le mancanze da parte di AAMPS ( non sono rari i casi di salto ritiro )

  29. # erncico

    Non si capisce perch`e in centro ci sono ancora quello schifo di cassonetti ! Facciamo la civile porta a porta come in tutte le città moderne e civili!!!

  30. # Benjo

    Ohhhhhh!finalmente un commento sensato! Ma stiamo scherzando?? cioè noi paghiamo una delle tasse più alte in Italia per quanto riguarda i rifiuti e secondo le loro menti per ogni minima cosa che non rientra nella differenziata dovremmo spendere soldi e tempo in benzina e spostamento (sempre chi se lo può permettere) per andare al centro raccolta??Diciamoci la verità: ammps e i loro sindacati , l’amministrazione comunale non hanno saputo gestire la cosa quindi manina sul cuore, rivoluzione completa all’interno dell’organizzazione, a casa chi non ha voglia di lavorare, a casa chi fa pagare le tasse ai cittadini pretendendo che facciano il lavoro sporco al posto loro.si scordato troppo spesso che sono stipendiati per questo. ….