Cerca nel quotidiano:


San Silvestro in piazza, il programma

Il Capodanno 2020 sarà festeggiato in piazza della Repubblica sulle note dei Beatles, degli Abba con Abbadream&Orchestra e sui ritmi balcanici della Baro Drom Orkestar. Budget? Tra 50 e 60mila euro. Tutto il programma

Mercoledì 18 Dicembre 2019 — 13:24

Mediagallery

A mezzanotte count down e spettacolo di fuochi piro musicali. Non solo musica. La festa avrà come "sfondo" una multivisione architetturale, ovvero una scenografica e suggestiva proiezione di immagini in loop proiettata sulla parete della Fortezza Nuova

Il Capodanno 2020 sarà festeggiato a Livorno sulle note dei Beatles, degli Abba con Abbadream&Orchestra e sui ritmi balcanici della Baro Drom Orkestar (rivedi la diretta FB della conferenza stampa cliccando qui). Una festa della musica, a partire dalle 22 del 31 dicembre, dal mix esplosivo e coinvolgente, che invita a ballare e cantare, con la presenza di band accompagnate dall’ensemble dell’Orchestra Amedeo Modigliani (foto in pagina di Lorenzo Amore Bianco). Tanta musica  che ci condurrà nel mondo di due grandi gruppi musicali e dopo la mezzanotte un omaggio alla musica europea. Il tutto proprio nel cuore della città: in piazza della Repubblica come anticipato da QuiLivorno.it.
Ma non sarà solo musica. La festa che avrà inizio alle 22 avrà come “sfondo” una multivisione architetturale, una scenografica e suggestiva proiezione di immagini in loop proiettata sulla parete della Fortezza Nuova. “Un racconto per immagini tra passato e presente” – come viene definita dal visual designer Paolo Buroni che l’ha ideata – con immagini della città alternate ai grandi capolavori di Amedeo Modigliani di cui Livorno celebra il centenario con la grande retrospettiva. Ingresso libero. Il budget della festa? A rivelarlo è l’assessore Rocco Garufo: “Sono stati stanziati tra i 50 e i 60mila euro. In linea con le spese delle scorse feste per l’ultimo dell’anno”.

Il programma della serata di San Silvestro – Si parte alle 22 con i presentatori Alessia Cespuglio e Claudio Marmugi che intratterranno inizialmente il pubblico con le loro gag e comicità. E poi via alle danze con “All you need is love”, un viaggio orchestrale  tra le melodie del più grande gruppo di tutti i tempi: i Beatles, con la presenza di oltre 20 musicisti. Sul palco infatti una band, diretta da Stefano Brondi, composta da Alberto Fiorentini, Roberto Balestri, Dario Arnone, Piggy Rock, Alessandro Nottoli e Simone Giusti, insieme a loro l’ensemble orchestrale di 15 elementi costituito da musicisti dell’orchestra Amedeo Modigliani. Alle 23 sarà la volta di Abbadream & Orchestra, un omaggio ai grandi successi del gruppo musicale svedese. Centinaia e centinaia sono le date che hanno visto protagonista il gruppo lucchese, prodotto da RockOpera, in tutto il territorio nazionale ed oltre. Una carrellata di successi che non ha mai mancato di scaldare gli animi e l’entusiasmo di un pubblico variegato, così come è stato quello degli Abba. Lo spettacolo proposto è un omaggio alla band, le cui canzoni sono ormai considerate un vero e proprio ‘cult’, anche grazie al musical teatrale “Mamma mia!” ed al film di successo con Meryl Streep e Pierce Brosnan.  Le canzoni saranno eseguite interamente dal vivo da una band che comprende anche le due voci femminili . In programma  numerosi cambi di costume e coreografie. Anche in questo caso il gruppo musicale sarà supportato dalla collaborazione dell’ensemble  dell’orchestra Amedeo Modigliani. A mezzanotte count down e spettacolo di fuochi artificiali “piro musicali” dalla Fortezza Nuova. Dopo le 24 la festa continua con la Baro Drom Orkestar che tra tradizione e innovazione darà vita ad un mix musicale esplosivo; con loro si balla dalla prima all’ultima nota. Formata da 4 musicisti la band proporrà i ritmi dell’est e del sud europa mischiando  Klezmer, musica armena, pizzica salentina e balkan; una serie di canzoni tradizionali completamente stravolte ed un repertorio di loro composizione prevalentemente di “Gipsy dance”. L’organico dell’Ensemble dell’Orchestra Amedeo Modigliani , di spiccata natura classica e lirica, dal 1989 si è esibito in teatri di tradizione, festival lirici e stagioni concertistiche e  nel corso degli anni ha avuto molteplici collaborazioni con musicisti pop e jazz del calibro di Ron, Roberto Vecchioni, Simona Molinari, Antonella Ruggiero, Lucio Dalla, Danilo Rea, Stefano Bollani, Paolo Fresu, Fabrizio Bosso e molti altri. Di recente l’ensemble è stata impegnata al Teatro Goldoni di Livorno nella produzione di “Sgt Pepper – Il concerto che non avete mai visto” e in occasione del decennale del gruppo livornese Garybaldi Bros.

Riproduzione riservata ©

2 commenti

 
  1. # Fabio

    Visto che la festa avrà come “sfondo” una multivisione architetturale verso la fortezza, sarebbe meglio togliere la scritta MSI fuorilegge

    1. # emilio

      MSI FUORILEGGE!