Cerca nel quotidiano:


Scaliurbani, la convention internazionale di architettura made in Livorno

Sarà la Fortezza Vecchia a ospitare, dall'11 al 13 giugno, la prima rassegna internazionale di architettura promossa a Livorno. Tavole rotonde, workshop, tour cittadini

domenica 09 Giugno 2019 08:15

di Federico Bacci

Mediagallery

E’ stata presentata negli eleganti locali della Sala Ferretti in Fortezza Vecchia la prima rassegna internazionale di architettura “Scaliurbani”.  Promossa dall’Ordine degli Architetti PPC di Livorno, “Scaliurbani” è un vero e proprio modo di avvicinare a questo affascinante mondo tutta la cittadinanza: gli incontri, infatti, che si svolgeranno dall’11 al 13 giugno proprio in Fortezza, avranno un carattere aperto e interattivo, con tavole rotonde, lectures, concorsi e gite culturali.

“E’ una grande soddisfazione per noi ospitare questo evento in Fortezza – ha aperto la presentazione Francesco Ghio, responsabile comunicazione di Autorità Portuale (che ha in gestione la Fortezza ndr) – poiché indubbiamente questo luogo è ottima espressione di questo mondo nel panorama livornese. Scaliurbani si va a inserire nel momento d’oro della Fortezza, l’estate, e aumenta il prestigio di un monumento importantissimo che unisce porto e città. Come Autorità Portuale ci impegniamo ogni anno a far vivere questo posto, e nonostante le problematiche già note che hanno frenato bruscamente il nostro operato, lavoriamo per dare sempre il meglio nella speranza di una risoluzione veloce”.

La rassegna gode del patrocinio di molti importanti enti del mondo dell’architettura: si partirà il giorno 11 con la prima tavola rotonda e con la prima lecture a cura dello Studio MVRDV di Rotterdam; il giorno dopo toccherà a Tam Associati, studio Effekt e allo studio Set Architects, mentre nella giornata conclusiva del 13 lo speech sarà a cura di Tomas Ghisellini e Nerma Linsberger. Tanti poi anche i partner economici del progetto, che avranno i loro spazi all’interno della rassegna; inoltre è previsto un giro in battello dei fossi medicei e una visita guidata al Museo della Città.

“Livorno è una città che all’apparenza passa in secondo piano – ha proseguito Daniele Menichini, presidente OAPPC Livorno – rispetto a nomi più blasonati come Firenze o Milano; in realtà, quando abbiamo presentato il progetto ai rinomati ospiti internazionali tutti sono rimasti a bocca aperta. L’architettura del “waterfront” (il lungomare, ndr) è un nostro marchio di fabbrica ed è un aspetto veramente affascinante dell’architettura, che deve far convivere in armonia le costruzioni dell’uomo con la forza e la volontà del mare. Tanti ospiti internazionali, quindi, si sono interessati al progetto: le loro “lezioni” saranno poi condite da tavole rotonde dove ognuno potrà intervenire, proiezioni di cortometraggi e dibattiti. Le lectures affronteranno temi vari del mondo dell’architettura, con la sicurezza dell’esperienza e dell’alta caratura dei “professori” ospiti. Non mancheranno, infine, momenti di relax, approfondimento e conoscenza del territorio, visite guidate e tour a partire proprio dalla suggestiva Fortezza Vecchia“.

La rassegna comprende anche un concorso fotografico, ovviamente a tema: “L’Alfabeto nell’Architettura” premierà architetti, creativi, fotografi e artisti che meglio sapranno rappresentare con un massimo di 3 foto il topic assegnato. Il primo premio ammonta a 500 euro; ulteriori autori meritevoli vedranno menzioni speciali e la proiezione dei propri lavori all’interno della rassegna.

Per maggiori informazioni:
Facebook – Scaliurbani
Instagram – @scaliurbani
Ordine degli Architetti PPC di Livorno – www.architettilivorno.it

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.