Cerca nel quotidiano:


Via Buontalenti, il barista: “Così mi sono difeso”. Arrestato 22enne per tentato omicidio

Samuele: "All'inizio no ma quando ha tirato fuori il coltello un po' di paura l'ho avuta. Credo sia normale. Oggi è successo a me, e io me la sono cavata, ma poteva succedere a chiunque"

Lunedì 15 Novembre 2021 — 10:43

Mediagallery

Samuele è al lavoro dietro al bancone del suo bar sotto al porticato di via Buontalenti, come tutti i giorni. “Se ho avuto paura sabato (13 novembre, ndr)? – dice il 26enne rispondendo a QuiLivorno.it la mattina del 15 novembre all’indomani della notizia dell’arresto di un 22enne per tentato omicidio – All’inizio no quando c’è stata la colluttazione, ma quando ha tirato fuori il coltello sì un po’ di paura l’ho avuta. Credo sia normale. Mi sono difeso dalla prima coltellata verso l’addome con la mano (Samuele è rimasto lievemente ferito ad un dito, ndr), la seconda verso il petto non mi ha raggiunto: per fortuna il maglione che indossavo è spesso e credo mi abbia protetto. Che altro dire, dispiace che mi abbiamo spaccato un po’ tutto il bar, in particolare la vetrina delle paste. Oggi è successo a me, e io sono un ragazzo giovane me la sono cavata, ma poteva succedere a chiunque. La situazione sta degenerando. Spero che le istituzioni intervengano al più presto per garantirci maggiore sicurezza”.

Riproduzione riservata ©