Cerca nel quotidiano:


Affiora anfora romana. Fatto brillare il proiettile

Si tratta di un’antica anfora romana, si presume risalente al II secolo D.C., realizzata per contenere vino

Venerdì 29 Luglio 2016 — 16:08

Mediagallery

Un’antica anfora romana, si presume risalente al II secolo D.C., realizzata per contenere vino, è stata ritrovata durante un’attività operativa, coordinata dalla Capitaneria di porto di Livorno, dai sommozzatori del 5° Nucleo della Guardia Costiera di Genova, impegnati in questo periodo nelle acque toscane per una campagna di monitoraggio dell’ambiente marino, a salvaguardia di alcune specifiche zone (clicca qui – fatto brillare il proiettile trovato ad Antigano). Il prezioso reperto, in buono stato di conservazione, è stato rinvenuto sul fondale nelle acque antistanti la diga curvilinea del porto di Livorno e recuperato dai militari a bordo della motovedetta d’appoggio. Attualmente l’antico oggetto è custodito presso la Capitaneria livornese e trattato secondo le indicazioni fornite dalla Soprintendenza dell’Archeologia, Belle Arti e Paesaggio della Provincia di Pisa e Livorno.

Riproduzione riservata ©

3 commenti

 
  1. # Teo

    Non sara’ mica la replica della testa di Modigliani bis? 🙂

  2. # Bruno

    Livorno citta’ di burloni…..questo e’ il “testa di Modigliani” due…la vendetta!!!!
    Ma quale anfora romana!! Sara’ un vaso per pescare i polpi!

  3. # carlo

    meno male c’è la guardia costiera……..