Cerca nel quotidiano:


Operatori di strada e notte di qualità nel piano movida

Le anticipazioni di Sorgente a Quilivorno.it: "E un progetto lo presenterò direttamente giovedì 4. Invito tutti a essere propositivi. No strumentalizzazioni". Tra le idee anche lo stop alle bevande alcoliche da asporto dopo le 21

martedì 02 ottobre 2018 20:02

Mediagallery

Un “primo livello” mettendo in campo gli operatori di strada (progetto finanziato dal Comune). Un “secondo livello”, da aggiungere al primo, con la cosiddetta notte di qualità (progetto finanziato dalla Regione). Sono solo due delle idee a cui sta lavorando Stella Sorgente, vice sindaco ma in questo caso nei panni di assessore alle politiche giovanili, e che giovedì 4 ottobre proporrà in un incontro in Comune a cui parteciperanno i rappresentanti del CCN della Venezia (foto Lanari) e i rappresentanti dei residenti dopo l’ultimo episodio di vandalismo nel quartiere. “Mi siederò per proporre, ma anche e soprattutto per ascoltare. Invito tutti a venire al tavolo in modo propositivo e a non strumentalizzare. Dobbiamo trovare un patto fra le varie parti per coniugare le esigenze dei commercianti (clicca qui – Parla Tramonti titolare della Ponceria) con la tranquillità dei residenti”. Con gli operatori di strada, già impiegati alla Scopaia e al parco Centro Città, l’obiettivo è quello di “agganciare” i ragazzi in strada. “Entrando in contatto con loro – spiega Sorgente – l’operatore di strada potrà capire quali sono le esigenze di ognuno per un divertimento sano. Tengo a specificare che è un servizio sociale e non poliziesco. Lo scopo finale è quello di far confluire eventuali situazioni di disagio in progetti per un uso più utile del tempo libero. In questa direzione va il “secondo livello”: la notte di qualità (clicca qui per maggiori dettagli, ndr)”. Allo studio, per alleggerire la pressione sulla Venezia, c’è anche il divieto di alcol da asporto dopo le 21. “E’ un’altra delle idee. Assieme ai commercianti capiremo se sarà possibile attuare lo stop alle bevande alcoliche da asporto, e sottolineo da asporto, dopo le 21”. Ma le idee allo studio non si fermano qui. Sorgente rivela di averne “una molto interessante che però proporrò giovedì direttamente. Vedremo quale sarà la reazione”. Intanto, sempre nell’ottica di arginare la movida, è stata indetta dalla Prefettura una riunione sull’ordine pubblico.

Riproduzione riservata ©

20 commenti

 
  1. # G.

    Caro Vice Sindaco, molto interessanti queste sue idee. Peccato che neanche sa cosa stia avvenendo in Venezia, basterebbe che andasse ad intervistare alcuni dei giovani che regolarmente frequentano la Venezia, chi per un ponce, chi per una bevuta chi per farsi vedere dalle bimbe. In Venezia ormai da settimane si sfidano a colpi di bottiglie e cazzotti alcune “Gang” Nord-Africane, stesse che si presentano con le buste piene di alcolici e le sorseggiano sulle spallette di fianco ad alcuni loro coetanei che indisturbati le vendono ai passanti a prezzi ribassati, mantenendole fresche dentro ad una ghiacciaina tenuta in bella mostra in mezzo di strada (sono due anni che va avanti questa vendita possibile che nessuno se ne accorga? possibile che nessun poliziotto fuori servizio sia mai passato all’angolo fra scali del Refugio e via Santa Caterina?). Venerdi é stato il far-west. Gente che urlava, cazzotti che volavano, persone sfigurate in volto che perdevano sangue che correvano da una parte all’altra. Qualcuno che preso dall’ira ha iniziato a prendere a pedate i motorini gettandoli in terra, altri che spaccavano sui tetti delle macchine le bottiglie recuperate dal bidone della differenziata del Locale”forte S.Pietro” per farci armi da taglio, altri che le lanciavano in direzione degli avversari. Forse prima di proporre iniziative dovreste ascoltare i giovani di questa città per capire meglio cosa stia realmente succedendo nella cittá che dovreste governare più nello specifico fra via Santa Caterina e via del forte san pietro, vie che con “la movida” hanno poco a che fare. Perfino le agenzie immobiliari lo sanno, e sconsigliano gli affari nel quartiere, possibile che non lo
    Sappiate voi? Possibile che uno dei Quartieri più belli d’Italia stia scivolando in questo degrado?

    1. # Ale66

      Concordo in pieno.

    2. # max

      Te lo dico io che ci sto tutti i venerdì e sabato, e osservo….basta levare di torno i tunisini che la frequentano e levi il 99,5% dei problemi….. ma non lo fanno per l’ideologia offuscante e il politicamente corretto che glielo impedisce… meglio questi piani inutili sperpera risorse che nn servano a nulla….. Da quando sono arrivati loro e si sono stabiliti di base tra via del forte e scali del refugio è venuto fuori il caos tra spaccio e briai mezzi e si picchiano, accoltellano e si pigliano a bottigliate…. se nn si interviene in maniera dura poi si fa la fine di Pisa, e poi la Lega piglia il 40% e vi chiedete pure il perchè…..

      1. # marc lendell

        quoto in pieno

  2. # Carlo

    mi sembra che si giri a vuoto… come si suol dire. Ci vuole la presenza delle forze dell’ ordine sul territorio… si schierano carabinieri e poliziotti per le partite di calcio? Ecco… mandiamone meno lì e qualcuno in più qui…

  3. # Antonino

    Che idee sciocche. Vedremo se giovedì tirerà fuori un coniglio dal cappello, ma dubito, sarà la solita idea balorda tipica dei 5 stelle.
    Operatori sociali che chiedono ai “ragazzini in strada” (qualunque cosa voglia dire) cosa vogliono fare per divertirsi… stop all’alcol da asporto alle 21… sono idee senza senso logico. Quelli che fanno casino con gli operatori non ci parlano e non fanno certo casino perché non hanno maniere per divertirsi. Di sicuro poi gli episodi che si sono visti non sono capitati la sera presto dopo le 21, ma dopo mezzanotte.

  4. # Beppe

    Non ho capito si parla di ragazzi disagiati? Forse in Venezia, perché alle cantine sugli Scali Novi Lena e zone limitrofe sono persone adulte e cosa fai gli vai a chiedere: scusa te che problemi hai per stare fino alle 5 a bere e fare le risse?? Bella poi quella delle bevande da asporto? Quali sarebbero? Quelle che troviamo sulle auto nelle bottiglie o nei bicchieri di plastica?

  5. # Bastiancontrario

    Soluzioni assurde in salsa “labronico-comunista”. Ci vuole presidio costante delle forze dell’ordine. Stop. Queste proposte sono un altro regalo alla lega…….

  6. # emilio

    Il regalo alla Lega lo sta facendo chi dovrebbe intervenire e sarebbe facile…ma non vuole, proprio per creare rabbia nei livornesi nella speranza che votino Lega appunto come è successo a Pisa. Detto questo, gli scontri sono tra nord-africani tra loro, tra livornesi e nord-africani tutti contro tutti, ma tutti amanti della cocaina e dell’alcool e sotto gli occhi di tutti, ma non intervengono….Chiudete intanto il circolo ex strega in via Forte San Pietro e vedrete che la situazione migliora! W la Venezia del popolo, quello vero!

  7. # Fabio1

    di solito fanno così a Roma. Succede un fatto e qualcuno ne parla e poi ne riparla e poi chissà se cambia
    qualcosa.
    In Venezia sta scivolando di mano la situazione e sta venendo meno la sicurezza dei cittadini.
    Ora non abbiamo bisogno di progetti.
    I progetti ci devono essere in concomitanza dell’ordine pubblico e se poi saranno messi in pratica (quando?) ne saremo contenti.
    Era tanto che non sentivo parlare di questa giunta particolarmente impegnata in buttar giù progetti….

  8. # Federico

    Però per togliere lo striscione contro la lega ad effetto venezia le forze dell’ordine c’erano.

    1. # Andrea

      Grande Fede !!!!

    2. # #CLOE

      Signor Federico ,da quanto scrive sembra che vorrebbe vivere in una città senza sicurezza senza rigore, senza disciplina?!? Hanno fatto benissimo a togliere quello striscione! E comunque inutile ricordarvi che tutti prendono ordini dall’alto, come la Municipale li prende dal sindaco

  9. # Anna

    ma quelle realizzate le togli o no?

  10. # Giallu

    Basterebbe fare come altre grandi città che con servizi appositi per la movida delle forze dell’ordine hanno dato una bella pulita alla zona…altro che l’operatore che ascolta i problemi ahahaha

  11. # Coli69

    Ma non hai da fare proprio nulla. Beato te!

    1. # fabio

      scomodo vero che qualcuno ricordi quanto promesso…

    2. # tengoilconto

      #Anna, quelle realizzate ci scrivo FATTO. Se credi che ce ne siano ancora, correggile e saro’ ben lieto di aggiornare.

      #Coli69: anche te svii, vorrei tu entrassi nel merito…e comunque si, un cio’ da fa nulla, aspetto pero’ il reddito di cittadinanza per fare ancora meno e essere pagato..

  12. # Carlo

    durante Effetto Venezia, la Venezia era transennata e l’ accesso obbligato e presidiato. Chi entrava veniva perquisito e tutto è filati liscio … a buon intenditore .. poche parole !!!

  13. # #Cloe88

    Già il nome operatore di strada fa brutto ;progetto senza capo né coda!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.