Cerca nel quotidiano:


Libertas, via Pistolesi: “Ecco la mia verità”

Cambio alla guida tecnica della Libertas Basket. La decisione presa dopo che alcuni giocatori avevano manifestato la volontà di lasciare la squadra

Mercoledì 9 Novembre 2016 — 18:14

Mediagallery

Scossone in casa Libertas a soltanto tre giorni dal derby contro la Pielle. La società ha deciso di esonerare Marco Pistolesi dopo cinque mesi dalla sua assunzione (clicca qui). Al suo posto è stato richiamato Gabriele Pardini, storico allenatore della formazione livornese e autore della promozione in C Gold l’anno scorso. Ma perché si è arrivati a questa decisione? La squadra in campionato sta stentando come testimoniano le ultime due sconfitte ma la società aveva comunque deciso di rinnovare la fiducia a Pistolesi aspettando almeno il derby. Tuttavia nella serata dell’8 novembre, cinque giocatori hanno chiaramente manifestato l’intenzione di lasciare la squadra qualora non ci fosse stata una svolta a livello tecnico. Se si fosse manifestato questo scenario, nel roster sarebbero rimasti soltanto i giovani e questo avrebbe comportato molte difficoltà per il proseguimento della stagione. Da qui la scelta di richiamare Pardini: “Non è stata una scelta che è dipesa da me – commenta il nuovo coach – in società non c’era nessuno capace di prendersi questa responsabilità e visti i sacrifici fatti questa estate non c’erano neanche le risorse economiche per prendere un nuovo allenatore. Allora ho detto che mi sarei assunto questo onore anche se avevo già preso contatti con squadre della B. Ci sono soltanto tre giorni per preparare il derby e non sarà facile. Cercherò di lavorare per di più sull’aspetto mentale pur sapendo che non ho la bacchetta magica. La società aveva bisogno di me e io non mi sono tirato indietro”.

La replica di Pistolesi – Amareggiato e deluso (e non potrebbe essere diversamente), Marco Pistolesi ha voluto dire la sua su tutta la vicenda togliendosi qualche sassolino dalle scarpe: “Prima di tutto voglio fare chiarezza. E’ vero quanto è stato scritto ma desidererei sottolineare come non tutti i senior abbiano adottato questo comportamento scorretto: Dell’Agnello e Mariani infatti hanno sempre remato dalla mia parte e per questo li ringrazio. Per il resto sì, alcuni giocatori hanno ‘riportato la borsa’ qualora non fosse cambiata la guida tecnica. Questo gesto è arrivato da giocatori che non hanno voglia di sacrificarsi e che hanno anteposto il proprio ego al bene della squadra. Alcuni giocatori preferivano guardare il proprio score che sacrificarsi in difesa. Giocatori così io nella mia squadra non li voglio e sono contento di averli contro. Addirittura sono arrivati a criticarmi perché facevo giocare un giovane del ’98 rispetto a loro. Sono contento di andarmene perché in questo ambiente proprio non mi ci riconosco. Mi è stato imposto di far giocare un cestista che lavora fuori Livorno”. Questi comportamenti strani sono stati fatti notare da Pistolesi alla società senza però ricevere i risultati sperati: “Quando ho esposto questi problemi, mi è stato risposto che si trattava di bandiere della squadra e che quindi erano intoccabili. Alla fine quindi ci rimetto io ma va bene così. Nella mia idea di pallacanestro i giocatori devono sacrificarsi e la difesa è molto importante, se i giocatori non vogliono sacrificarsi e fanno i presuntuosi io non voglio averci a che fare. Quando ho avuto un faccia a faccia con i giocatori, questi mi hanno detto che non c’erano problemi invece poi martedì sono andati a lamentarsi e a piangere con la società. Sicuramente se me lo chiederanno non li raccomanderò”.

Riproduzione riservata ©

23 commenti

 
  1. # PiellinoDoc

    In tempo per perdere il derby!

  2. # Non Ho Parole

    Frasi EPICHE che fanno ridere:

    “Allora ho detto che mi sarei assunto questo onore anche se avevo già preso contatti con squadre della B”

    1. # Critics

      un mostro di umiltà….

  3. # toto

    no, scusate. degli pseudo fenomeni di serie c vengono a riportarvi la borsa come dei bambini delle elementari, e voi, societa’ che dovreste tutelare e difendere le vostre scelte estive, vi calate le braghe immediatamente, silurando l’ allenatore che avete scelto in estate e lo scrivete anche?
    almeno state zitti: che figuretta…
    dateci i nomi degli “epuratori”!!!!

    1. # "hanno fatto bene"

      Il problema è stato affidare la squadra a un allenatore come Pistolesi dopo i disastri combinati negli anni precedenti con le giovanili. Stessa dinamica di giocatori che ne chiedevano l’esonero, o che hanno smesso e che hanno subito la sua arroganza. Con i giocatori adulti, il giochino non gli è riuscito e allora sono arrivati al “o lui o noi”.

  4. # magallanes

    Valeva un miliardesimo!!!!!

  5. # gialloblu_for_ever

    ma perchè non tornate a “tifare” Labronica e ci lasciate in pace..?
    Tanto si sa, voi siete bravi, voi siete forti, voi siete i meglio e vincerete l’eurolega

  6. # simone

    Veramente a Livorno siamo ridotti male ricattati da bambini viziati che si permettono di fare le bizze come i bambini piccini! Ridicoli siete! E sono sicuro che la vostra carriera si fermerà qui …….

  7. # Mariolino

    Immagino come Parcesepe,allenatore preparato e persona corretta, abbia reagito a questa affermazione.

  8. # pielle95

    Non ti ci confondere Marco, non ti meritano!!

  9. # tifoso

    ..e si parla di bandiere a proposito di giocatori che hanno militato in tutte le squadre livornesi! Belle le mie bandiere!!! Di giocatori che riportano la borsa quando non gli piace più il giochino! Di giocatori che devono giocare a tutti i costi, anche se lavorano fuori città e possono allenarsi una volta sì e tre no! VERGOGNA
    Senza parlare di un allenatore che molte squadre di categoria superiore volevano ma che si “sacrifica” per il bene della società di famiglia! Ma fateci il piacere….

  10. # MJ

    Società terra terra! Della LL di un tempo non avete niente, nemmeno la palestra!

  11. # Alino

    Ma come fate a non capire?? Babbo non vedeva l’oraaaa
    Il fatto è che non lo voleva nessuno è l’unico posto dove può sedere in panca è lì, fra le cosce di papà naturalmente!

  12. # Jack76

    Forza Philips

  13. # TifosoLib

    Pistolesi è un ottimo allenatore. Sembra tutto orchestrato per far tornare il figliol prodigo a condurre la barca. Anche perché altro che serie B….Pardini NON LO VOLEVA NESSUNO!!!!

    1. # Appassionato di basket

      Pistolesi non è un buon allenatore, forse è un buon tecnico, ma non un buon allenatore. Non ha la capacità di fare il meglio con i giocatori che ha, vive in un mondo astratto, dove i giocatori non hanno una propria personalità. Il bravo coach/manager è quello che raggiunge ottimi risultati con le risorse che ha, che dà rispetto per averlo indietro. Leggete il libro di Ancelotti.

  14. # Alberto

    Sorprende che continuate a sorprendervi, una storia già scritta.
    Forse dovrebbero gli allenatori o i collaboratori stessi attivare il principio di selezione naturale…invece di accettare collaborazioni.
    Forse responsabili… quanto gli artefici di certe scelte…?

  15. # PL doc

    Pistola !!! Son Libertassini cosa ti aspettavi!
    Onore ad un uomo vero! anche se macchiato dalla casacca giallo blu :)!

  16. # °povera pallacanestro°

    una società seria non si comporta così , cercare di riportare il basket ai livornesi non può passare da degli “immprovvisi”. Le nozze con i fichi secchi non si possono fare, e tantomeno cedere a ricatti di giocatori che dovrebbero dare l’esempio. che tristezza

  17. # Cristina

    Pistolesi proprio te parli di interessi personali, quando sei stato il primo a mischiare la tua vita privata con la squadra che alleni.
    Forse un po’ di umiltà da parte tua non farebbe male, guarda ai risultati che hai conseguito invece di dare la colpa ai giocatori, se tu avessi fatto 6/6 non c’era giocatore che ti poteva cacciare

    1. # Paolo Maltinti

      Come sono ganzi tutti questi chiacchieroni dietro all’anonimato di un sito….

  18. # Tifoso

    Allenatore e vice allenatore giusto mandarli via

    1. # Carlo Parcesepe

      In verità a me non mi ha mandato via nessuno, sono io che ho deciso di non rimanere come vice alla prima squadra ma di continuare solo con i miei bimbi dell’under 20.
      “sapevatelo”.